Filodendro: i consigli di coltivazione di una delle piante più facili da tenere in casa

Angelica Vianello

06 Gennaio 2023

Filodendro: i consigli di coltivazione di una delle piante più facili da tenere in casa
Advertisement

Sono tante le piante che si possono coltivare in casa, ma alcune richiedono un po' di esperienza per riuscire al meglio. Non è il caso, però, del filodendro. Questo, infatti, è un tipo di pianta tra le più adatte a chi non ha troppo tempo, né ha maturato ancora una vera e propria abilità nel coltivare, specie in casa.

Sono poco esigenti rispetto a tante altre piante, decorano in modo unico e resistono anche se vengono trascurati per un po'. Nella maggior parte dei casi, le specie che troviamo in commercio e che vengono consigliate per la coltura in casa sono ricadenti o rampicanti, con foglie spesse e lucide, talvolta anche variegate in modo molto affascinante. Il loro aspetto li fa confondere con i pothos, che come questi sono molto resistenti. Leggete oltre per scoprire di più su come tenerli in casa.

Advertisement

cryingmaranta/Reddit

Esposizione: amano la luce indiretta. Quindi posizionateli vicino a finestre che però non siano inondate dai raggi diretti del sole, che non devono mai raggiungere le foglie, specie nelle stagioni calde. Devono essere punti luminosi, però. Vi renderete conto che la pianta riceve troppa luce diretta se molte foglie diventano gialle, mentre il segno che la pianta ha bisogno di più luce possono essere i rami lunghi, sottili e con molto spazio tra una foglia e l'altra.

Irrigazione: come la maggior parte delle piante, specie quelle coltivate in casa, il rischio da evitare è l'eccesso di irrigazione che provoca marciume radicale. Quindi date acqua solo quando i primi tre o quattro centimetri del terriccio sono del tutto asciutti, e subito sotto c'è solo un po' di umidità (ma non terriccio bagnato, in quel caso aspettate ancora). La pianta fa capire che bisogna controllare se c'è troppa acqua, o troppo poca, quando le foglie cominciano a calare.

DanielMSorensen/Reddit

Fertilizzante: potete aiutare le vostre piante con un fertilizzante liquido che sia bilanciato in fosforo, azoto e potassio (NPK). Somministrate in forma sempre più leggera e diluita di quelle indicate sulle confezioni, circa una volta al mese in primavera ed estate, e ogni paio di mesi in autunno e inverno.

Ancora:

  • preferite sempre vasi di terracotta, che fanno traspirare il terreno;
  • prevedete un sottovaso per raccogliere l'acqua in eccesso ma fate in modo di innaffiare dentro al lavandino o la doccia, e di rimettere la pianta nel sottovaso solo quando l'acqua ha drenato per bene;
  • usate un terriccio universale, che sia ricco e leggero abbastanza da non creare ristagni idrici. Potete aiutarvi predisponendo un fondo di argilla espansa.
  • Quando volete ridurre le dimensioni della pianta, non siate troppo bruschi, anche se è molto forte. Tagliate in modo da far accestire, e potete anche usare i rametti per delle talee che in genere radicano molto facilmente. Usate sempre lame sterilizzate.

Pronti a decorare la casa con fantastici filodendri?

Advertisement
Advertisement