x
Rendi il giardino capace di resistere…
8 incredibili trucchi per far durare più a lungo le cose Guida pratica di viaggio: 7 step fondamentali per una vacanza confortevole e rilassante

Rendi il giardino capace di resistere meglio alla siccità: 11 consigli preziosi

09 Luglio 2022 • di Angelica Vianello
2.976
Advertisement

I cambiamenti climatici in atto da ormai molti anni stanno rendendo sempre più difficile, in molte aree del mondo, l'approvvigionamento di acqua, e così anche per i pollici verdi diventa importante capire come aiutare il proprio giardino a resistere meglio alla siccità.

In certi periodi dell'anno e soprattutto nelle zone dove c'è emergenza idrica, ad esempio, innaffiare quotidianamente (fosse anche di notte) il prato diventa uno spreco, e anche alcune piante che tradizionalmente fanno sfoggio di sé nei giardini sono meno adatte di altre a resistere a periodi di siccità. Cosa fare allora se si vuole venire incontro a queste problematiche? Ci sono delle dritte che possono tornare utili.


1. Usate il compost nel terreno. Incorporate del compost nel terreno attorno alle piante ornamentali o dell'orto. Questo aiuta il substrato in cui affondano le radici a trattenere l'acqua più a lungo. Inoltre, questo procedimento ha l'ulteriore beneficio di promuovere la percolazione dell'acqua attraverso il suolo, così anche quando capitano i periodi di piogge intense si evitano i ristagni idrici (altrettanto dannosi per le piante).

2. Ricorrete alla pacciamatura: coprire la superficie del terreno con pacciamatura organica per 5-7 cm è un altro modo per proteggere la terra dal calore eccessivo e rallentare l'evaporazione dell'acqua. Usate foglie sminuzzate o corteccia.

3. Preferite le piante che tollerano la siccità, e che sono capaci di sopravvivere a diverse temperature. Un modo per capire le più adatte è informarsi sulle specie endemiche: non è detto, infatti, che si debba scegliere certi tipi di succulente (che magari non resistono al freddo) o altre piante molto coriacee come agave e simili. Magari è la natura spontanea della zona in cui viviamo che può darci suggerimenti. 

4. Evitate o riducete la coltivazione in vaso o fioriere non molto ampie: le piante sistemate lì richiedono più acqua delle stesse specie piantate in piena terra. E se quello fosse l'unico modo, allora fate in modo che i vostri vasi siano a prova di siccità, preferendo piante adatte (e non altre come, ad esempio, le ortensie).

Advertisement

5. Non disdegnate certe erbacee e graminacee: sono meno famose di tanti arbusti ornamentali, ma sanno decorare anch'esse con mille forme e colori, e soprattutto sono più resistenti alle condizioni estreme in cui spesso ormai ci si trova periodicamente.

6. Non tagliate il prato, o comunque non troppo basso, perché quanto più l'erba è corta, tanto meno proteggerà il terreno dal calore e quindi tanto più velocemente l'acqua evaporerà. Se proprio dovete rasare il prato nei periodi di siccità, fatelo nei momenti più freschi della giornata (e meglio di sera), lasciando lo sfalcio a terra.

7. Nei periodi siccitosi, sospendete la concimazione delle piante o anche del prato, che aumenta il bisogno di acqua delle piante, rendendole più vulnerabili all'aridità.

8. Se il prato ingiallisce in estate, non preoccupatevi: molti tipi di prato reagiscono al caldo estremo in questo modo, ma sono pronti a tornare verdi non appena torna a piovere e le temperature si riabbassano. Per aiutarvi, potete comunque ridurre le aree verdi del prato inserendo aiuole rocciose, con piante che tollerano la siccità.

9. Per irrigare, non usate gli spruzzi che mandano acqua in aria, ma sistemi a goccia e tubi che corrono sul terreno: quando fa caldo l'acqua spruzzata e nebulizzata evapora in grande quantità invece di raggiungere le piante, e se ne spreca di più. 

10. Frequenza dell'irrigazione: è meglio annaffiare abbondantemente le piante, ma meno spesso, che poco ma tutti i giorni. E preferite sempre la mattina presto o anche il fare della sera. 

11. Nei periodi di forte siccità non occupatevi di nessun lavoro in giardino: niente potature (nemmeno delle siepi o alberi), rinvasi, trapianti o messe a dimora, ovvero tutte operazioni in cui le piante finiscono per aver bisogno di molta più acqua del solito.

Sono indicazioni preziose per superare senza troppi danni i periodi di siccità!

Source:

J. Marinelli, Ten Steps to Drought-Resistant Gardening (The National Wildlife Federation)

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie