Una pianta strepitosa a costo zero: puoi farla crescere con una sola patata dolce

Angelica Vianello

14 Settembre 2022

Una pianta strepitosa a costo zero: puoi farla crescere con una sola patata dolce
Advertisement

Chi le chiama patate rosse, chi batata, patata americana o patata dolce: sono quei tuberi grandi, rosso-arancio, caratterizzate da una pasta dal gusto più dolce di quello delle patate gialle. Si usano in una miriade di piatti diversi e tutti molto sfiziosi, da gustare tutto l'anno e soprattutto nei mesi freddi.

A vederle quando giacciono sul banco di un mercato o supermercato, non è che siano così belle: dopotutto sono tuberi raccolti dalla piena terra, magari anche un po' bitorzoluti. Eppure, possono dar vita a piante davvero bellissime, facili da coltivare e perfette per arredare. E poi si potranno mangiare anche quelle! Leggete oltre per scoprire quanto sia facile far nascere una pianta da una semplice patata dolce.

via @brad/TikTok

Advertisement

@brad/TikTok

È un esperimento alla portata davvero di tutti, per il quale avrete bisogno di:

  • Una patata dolce: assicuratevi che sia ben ferma e turgida, dunque il più integra possibile e fresca.
  • Un vaso o contenitore di vetro che sia grande abbastanza da poter infilare la patata al suo interno. L'ideale sarebbe se questa non toccasse il fondo, quindi cercate un bicchiere o vaso stretto, dal diametro pari a quello della circonferenza della patata.
  • acqua

Non c'è davvero molto da fare per dar via alla coltivazione! Dovrete infatti semplicemente:

  • Riempire il vaso di acqua fino a tre quarti della capienza
  • Infilare la patata al suo interno, preferibilmente in modo che la punta inferiore non tocchi il fondo
  • Aspettare

OK, non è vero. C'è qualcos'altro di cui ricordarsi: bisogna cambiare l'acqua ogni 10-14 giorni. Nel giro di una settimana o due potreste vedere i primi germogli! Guardate il video del TikToker Brad Canning per scoprire quanto è facile.

La pianta che ne nascerà è una bellissima rampicante con le foglie cuoriformi. Se vi piace l'estetica delle fronde di edera che scendono da una mensola, sicuro apprezzerete anche la bellezza di questa varietà. Potete vedere qui come diventa dopo circa due settimane.

Quando si è ormai sviluppato un buon apparato radicale, oltre ai primi rami, potete decidere se continuare con l'idrocoltura (eventualmente spostando il tutto in un vaso un po' più grande), oppure trasferire la pianta in un vaso.

Avete mai provato?

Advertisement