Le dritte più utili per pulire la moka nel modo giusto e farla durare a lungo - Creativo.media
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Le dritte più utili per pulire la moka…
11 fantastiche cornici fai-da-te per gli specchi da realizzare con legno, giocattoli riciclati e non solo Il tutorial passo a passo per trasformare un semplice barattolo di latta in un fantastico contenitore con coperchio

Le dritte più utili per pulire la moka nel modo giusto e farla durare a lungo

Advertisement

Difficile trovare una casa in cui non ci sia una moka, e nella maggior parte dei casi si tratta di uno degli accessori di cucina più utilizzati. Che sia per iniziare la mattinata con la giusta carica o per concedersi una pausa durante la giornata, infatti, questa bevanda dall'aroma intenso è una grande favorita in tantissime case.

Molto probabile, quindi, che le nostre caffettiere siano esposte a un utilizzo continuo e che necessitino di essere pulite a fondo o mantenute nel modo giusto: per farlo ci sono una serie di accortezze che è sempre bene tenere a mente.

Di tanto in tanto, lavatela a fondo con l'aceto bianco

immagine: Pixabay

Un modo per pulire per bene la caffettiera, rimuovendo tutti i detriti che magari possono depositarsi anche nelle parti che non riusciamo a vedere, è usare l'aceto bianco, che sgrassa e fa tornare la caffettiera come nuova.

Basta riempire una bacinella di acqua molto calda e aggiungere 30 ml di aceto di vino bianco. Poi si deve solo adagiare le varie parti all'interno e lasciarle in ammollo per qualche minuto (ma anche mezzora va bene), risciacquandole con cura e asciugando subito.

A quel punto, fate finta di fare un caffè solo con acqua, senza riempire il filtro, in modo da finire di pulire la moka.

Per pulire tutte le singole parti

immagine: Commons Wikimedia
  • Guarnizioni: se sono troppo scure, significa che devono essere sostituite. Se invece cominciano a presentare solo qualche macchia, potete usare un composto di succo di limone e acqua.
  • Filtro: riempite la caldaia con acqua, aceto e un po' di sale, poi fate partire un ciclo di utilizzo come per un normale caffe (ma senza riempire il filtro). In alternativa, potete lasciarlo in ammollo per mezzora in una bacinella piena di acqua calda e 30 grammi di acido citrico, e poi risciacquare per bene.
  • Esterno: per far brillare l'esterno, create una pasta morbida di bicarbonato di sodio e acqua, e strofinatela con una spugnetta, poi risciacquate per bene.

E voi come pulite le vostre caffettiere?

 

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie