I metodi fai-da-te utili e casalinghi per pulire il WC in modo efficace ed economico - Creativo.media
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
I metodi fai-da-te utili e casalinghi…
10 idee una più bella dell'altra per decorare gli interni riciclando le scale a pioli 11 deliziosi lavoretti adatti ai più piccoli per divertirsi raffigurando e creando simpatici bruchi

I metodi fai-da-te utili e casalinghi per pulire il WC in modo efficace ed economico

Di Angelica Vianello
32.630
Advertisement

Pulire il WC è di certo una delle incombenze domestiche più fastidiose, ma doverlo fare senza grandi risultati oppure con un considerevole dispendio economico per assicurarsi i prodotti più efficaci lo rende una prospettiva ancora più fastidiosa. Se quindi volete provare qualche trucco casalingo, date un'occhiata ai consigli elencati di seguito.

Ci sono una serie di ingredienti che spesso abbiamo in casa,o che possiamo reperire facilmente, che ci aiutano a tener pulito il WC anche nei casi in cui si accumuli sporco ostinato, oppure ci sia acqua molto dura (quindi che lascia evidenti tracce di calcare) che peggiora notevolmente le cose.

Le sostanze utili

immagine: Commons Wikimedia

Per le macchie di calcare e urina che segnano più spesso i sanitari, c'è bisogno di ricorrere a soluzioni che abbiano una componente acida. Per questo, le sostanze più utili sono:

  • Bicarbonato di sodio: mescolato all'acqua per creare una schiuma o una pasta, e fatto agire per qualche ora sulle macchie
  • Acido citrico: meglio quello in polvere, ma anche quello liquido è efficace
  • Compresse per la pulizia delle dentiere: grazie all'ossigeno attivo, funzionano anche contro lo sporco e i batteri nei sanitari
  • Aceto: altro ingrediente che non dovrebbe mai mancare. Tenete sempre una bottiglia di aceto bianco anche molto economico a portata di mano
  • Cola: le bevande gassate come la Coca cola contengono acido fosforico, che è efficace nel rimuovere depositi minerali e sgrassare le superfici dei sanitari
  • Pietra pomice: per i casi peggiori, sfruttate la capacità abrasiva della pietra pomice, che è più dura del calcare ma più morbida della ceramica, quindi se usata con cautela non dovrebbe rovinare vistosamente i sanitari.

Come pulire le varie parti difficili

immagine: pxfuel.com
  1. Il sedile: in genere l'ingiallirsi della seduta ribaltabile del WC è dovuto all'uso di prodotti troppo aggressivi che deteriorano la plastica, su cui finiscono per depositarsi più facilmente residui di detergenti, erodendo lo strato superficiale poco a poco. La tecnica più spesso consigliata è dunque quella di sciacquare abbondantemente la seduta con acqua calda nella doccia, e per farla tornare bianca, tenerla in ammollo nella vasca o in una bacinella con una pastiglia per la dentiera o un detergente per lavaggi intensivi.
  2. Ingorgo nel WC: se non avete a disposizione uno sturalavandini potete provare a usare una bottiglia di plastica PET privata del fondo,ma con il tappo chiuso, da usare esattamente nello stesso modo di uno sturalavandini.
  3. Il bordo del WC: per la pulizia ordinaria, si usa sempre una spazzola apposita, ma quando ormai si è formato il calcare e i germi che vi si annidano portano cattivi odori, si può intervenire con uno strofinaccio intriso di aceto, da lasciare sulla parte interessata quanto più a lungo possibile, e poi, una volta rimosso, sciacquare e strofinare con vigore.
  4. Decalcificare il serbatoio: chiudete l'acqua in modo che non arrivi al WC, preparate in un secchio acqua tiepida con tre cucchiai di acido citrico (anche aceto va bene, ma in quantità un po' maggiore, purché non ecceda quella dell'acqua) e versateli nel serbatoio, lasciando agire per qualche ora.

Avete mai provato questi rimedi casalinghi per la pulizia del bagno?

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie