I consigli del Feng Shui per rendere la tua casa più accogliente e ricca di energia positiva - Creativo.media
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
I consigli del Feng Shui per rendere…
Vuoi valorizzare la tua casa senza spendere troppo? Prova con questi trucchi Pulisci efficacemente i materassi tradizionali, in lattice e memory foam con questi utilissimi rimedi

I consigli del Feng Shui per rendere la tua casa più accogliente e ricca di energia positiva

02 Aprile 2021 • di Marco Renzi
2.334
Advertisement

Nella vita moderna fatta di ritmi serrati spesso difficili da sostenere, l’idea di fare della propria casa un’oasi di pace e armonia in cui rifugiarsi e ricaricare le proprie energie è un aiuto importante per affrontare con il giusto equilibrio le sfide della quotidianità, e la filosofia del feng shui può fornire le indicazioni giuste per rendere molto più vivibili e piacevoli le nostre abitazioni.

Nell’ambito dell’arredamento, infatti, questa scienza di origine cinese si traduce in una attenta consapevolezza degli spazi, che devono essere pensati e progettati in modo da far fluire energia positiva, che siano accoglienti, sereni e invitino al relax e al benessere anche mentale.

Non c’è spazio per oggetti inutili, si deve capitalizzare l’importanza della luce naturale, e tendere alla costruzione di ambienti piacevoli in cui trascorrere il tempo in armonia con se stessi e con gli altri.

I concetti chiave del Feng Shui

immagine: pexels
  • Equilibrio: un modo per ottenere equilibrio nelle varie stanze è sistemare in ciascuna un elemento che rappresenti i diversi elementi naturali. Quindi la terra (piante), il fuoco (candele), acqua (una piccola fontana o magari un acquario o una piccola composizione di piante acquatiche), e poi elementi in legno e metallo.
  • Ordine: è imperativo sbarazzarsi del superfluo. Bisogna quindi passare in rassegna tutto quello che abbiamo in casa e disfarci di ciò che non usiamo mai e non abbiamo bisogno di utilizzare nemmeno in futuro. Accumulare oggetti inutilizzati significa sovraccaricare gli spazi, e creare un senso di oppressione anche a livello psicologico. Pensate quindi a regalare, riciclare o vendere quello che non vi serve per tornare ad avere spazi essenziali in cui rimangono solo oggetti utili o significativi.
  • Luce naturale: capitalizzare la luce naturale è un altro imperativo. Sfruttate quindi al meglio la luce proveniente dalle finestre, amplificatela preferendo colori chiari e luminosi per pareti e soffitti, e toni neutri per l’arredo. Evitate quindi tende troppo pesanti o scure almeno negli ambienti che non siano di per sé molto luminosi. La luce e l’aria fresca che entrano dalle finestre promuovono positività e voglia di fare, quindi ricordate anche di aprirle anche solo per qualche minuto ogni giorno, persino in inverno.
  • Ospitalità: create ambienti che invoglino a stare insieme, comodi e armoniosi.

Come arredare ogni stanza secondo i dettami del feng shui

Ingresso
L’entrata di casa viene chiamato “bocca del qi” (da leggere più o meno “ci”). Il Qi è l’energia vitale, e l’espressione sta ad indicare che la porta d’ingresso delle nostre abitazioni è il portale per questa forza che dovrà fluire in tutti gli ambienti, e ciò lo rende uno spazio importantissimo, che deve invogliare ad entrare e comunicare fin da subito un senso di familiarità.

Assicuratevi allora che sia uno spazio ben illuminato, libero da disordine e oggetti che ingombrino, e che il campanello funzioni correttamente. Se ci sono le sufficienti condizioni di luce e temperatura, sistemate anche una pianta, dei fiori o anche una statua o qualche decorazione (magari anche quadri o foto) che lo rendano uno spazio piacevole.


Salotto
Il salotto è lo spazio in cui gli abitanti della casa e gli invitati si riuniscono per passare del tempo insieme, quindi viene pensato più come lo spazio più “pubblico” dell’abitazione, da tenere il più aperto e invitante.

La disposizione dei mobili, in questo senso, è fondamentale: se possibile, raggruppate poltrone, sedie e divani in modo da dar vita a uno spazio raccolto, in cui le varie sedute si guardino tra loro, ed evitate però che diano le spalle alla porta. Si dovrebbe fare in modo, infatti, che tutti coloro che si riuniscono nel salotto possano vedere chi entra. Quando questo non è possibile, uno specchio a parete può aiutare ad avere una prospettiva completa della stanza.

È qui che potete più facilmente usare i colori e oggetti che ricordano gli elementi naturali, e non possono mancare le piante.

Sala da pranzo
Se avete uno spazio dedicato a pranzi e cene con ospiti, ricordatevi di tenerlo sempre pronto ad accoglierli, liberandolo il più spesso possibile dei vari oggetti che occasionalmente ci appoggiamo sopra. Se poi lo cominciate a usare voi stessi più spesso per mangiare anche quando non ci sono persone esterne alla famiglia, diventerà naturalmente un luogo più vissuto e amichevole. Un centrotavola con piante o fiori non servirà solo ad abbellire la stanza, ma anche a rendere più piacevole l’ambiente: pare infatti che fiori freschi e piante fiorite invitino energia positiva e promuovano una connessione più armoniosa con gli altri.

Cucina
La cucina è sempre un po’ il cuore della casa, e anche nel feng shui è associata all’idea di benessere, abbondanza e salute. Il modo in cui mangiamo influisce direttamente sul modo in cui ci presentiamo al mondo, e soprattutto la zona dei fornelli è considerata quella più direttamente collegata alla prosperità e al benessere.

Diventa allora fondamentale tenere piano cottura o fornelli sempre in buono stato e ben funzionanti, e usarli almeno una volta al giorno è la regola per mantenere attiva l’energia positiva. Un’altra indicazione da non dimenticare è quella di controllare sempre lo stato dei cibi nella dispensa e nel frigo, evitando che vadano a male e disfacendosene subito quando succede.

Advertisement
immagine: piqsels

Il soggiorno privato
Non tutte le case sono così spaziose da avere un salotto adibito al tempo trascorso con gli ospiti e un soggiorno o spazio invece più intimo in cui rifugiarsi quando siamo soli o con i nostri familiari. Se però ci fosse, il feng shui detta di tenerlo sempre pronto ad accogliere ogni abitante della casa con la sua poltrona o sedia personale, di decorarlo con i colori legati ai cinque elementi in base al tipo di energia che si vuole coltivare in casa e di sistemare un comodo tappeto al centro della stanza per creare un punto di connessione che anche fisicamente colleghi tutti i conviventi a quello spazio.

Camere da letto
Poiché è la stanza che rappresenta la persona o la coppia che ci dorme, e spesso quella in cui trascorriamo più ore in casa, è forse quella che più di tutte beneficia delle regole del feng shui.

Così, il letto deve avere una posizione di rilievo rispetto a qualsiasi altro mobile, preferibilmente non in direzione della porta, con i piedi del letto indirizzati verso di essa. Si ritiene anche molto importante che la testiera del letto sia ben ancorata alla struttura e che sia l’unica parte appoggiata a una parete (anche se sarebbe meglio che al di là del muro non ci sia un bagno), lasciando invece più spazio possibile attorno agli altri tre lati. Se lo spazio lo permette, poi, il letto dovrebbe essere privo di oggetti al di sotto, in modo da far fluire l’aria e il Qi.

Anche se nella stanza con letto matrimoniale dorme una sola persona, è comunque consigliato tenere sempre due comodini, per non perdere simmetria nella disposizione dei mobili.

Lo studio o ufficio
Lo studio o ufficio in cui si sbrigano questioni amministrative della famiglia o dove si lavora rappresenta la carriera e il successo personale e del gruppo, quindi il feng shui in questo spazio influisce direttamente su questi risultati.

La scrivania dovrà avere una posizione di comando, un po’ come il letto in camera. La sedia usata da chi vi lavora dovrebbe avere uno schienale comodo che offra supporto e che, quando non si siede al tavolo, possa essere posizionata comodamente a circa un metro da esso.

Il bagno
È la stanza dove regna l’elemento dell’acqua. Il feng shui consiglia di inserire sempre almeno una pianta, in genere sopra al WC, che serva a trasformare il deflusso dell’acqua (associato all’idea della perdita di benessere economico) in un’energia che invece si proietta verso l’alto, poiché è l’acqua che fa crescere e prosperare le piante.

Il bagno, poi, deve essere il più pulito e scintillante, come fosse una piccola spa in cui rilassarsi e recuperare le energie. Si consiglia di tenere sempre chiuso il coperchio del WC quando non lo si usa, tenere puliti gli specchi in modo che i riflessi siano chiari.

Gli altri spazi di casa
In tutti i mobili e sgabuzzini, o comunque gli spazi chiusi, considerati i posti nascosti delle nostre case, bisogna sempre evitare l’accumulo di oggetti inutili, e devono essere puliti periodicamente anche negli angoli più difficili in cui si accumulano polvere e sporcizia.
Lasciare sempre almeno un po’ di spazio libero negli armadi e nei mobili è un invito a nuove opportunità che possano riempirli.

Corridoi e pianerottoli, poi, sono considerati le vie di comunicazione dell’energia per raggiungere le varie stanze di casa, quindi anche questi dovrebbero essere il più sgomberi e ariosi possibile, soprattutto se sono molto angusti. Bisogna però renderli gradevoli e vissuti, quindi assicurarsi che siano ben illuminati e decorarli con foto, quadri e oggetti simili è sempre una buona idea.

Pronti ad accogliere energia positiva con le regole del feng shui in casa?

Tags: ArredamentoUtiliCase
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie