Bagno splendente? Basta un solo ingrediente per pulire tutto nel migliore dei modi - Creativo.media
x
Bagno splendente? Basta un solo ingrediente…
Le regole d'oro da tenere a mente per avere una casa pulita e ridurre la proliferazione batterica Porta in casa i colori e i profumi della primavera con queste fantastiche composizioni fai-da-te

Bagno splendente? Basta un solo ingrediente per pulire tutto nel migliore dei modi

04 Aprile 2021 • di Angelica Vianello
2.031
Advertisement

Quando si tratta di pulizie di casa, se non si vuole usare sempre detersivi industriali, l'alternativa più comune è quella di ricorrere a una serie di ingredienti che molto spesso teniamo in cucina, soprattutto l'aceto bianco di vino o quello di mele.

Esiste però anche un altro tipo di aceto, anch'esso una sostanza naturale: l'aceto di alcol (a volte indicato come aceto bianco di alcol). A differenza degli altri, però, non è destinato all'uso alimentare ed è ottenuto dalla doppia fermentazione di riso, barbabietola da zucchero, frutta o malto. Questo tipo di aceto può essere usato in modo sostanzialmente analogo a quello di vino o di mele, ma ha un odore un po' meno pungente. Scoprite come impiegarlo nella pulizia del bagno.


  • Sull'acciaio: rubinetti e soffione della doccia che siano opachi per tracce di calcare possono tornare a brillare con l'aceto di alcol. Vi basta riempire un flacone spray con una miscela fatta per metà di acqua e metà di aceto, agitare per mescolarle bene e spruzzarla sulle superfici da lavare. Lasciate agire 5 o 10 minuti (magari dedicandovi alla pulizia di altri punti del bagno) e poi con un panno in microfibra strofinate rubinetti e soffione della doccia - per quest'ultimo potete anche aiutarvi con un vecchio spazzolino a raggiungere bene i forellini di fuoriuscita dell'acqua. Sciacquate e asciugate subito con un altro panno morbido asciutto.
    Se poi il rubinetto oppure il soffione siano rovinati da incrostazioni di calcare, potete ricorrere al metodo della busta anche con questo tipo di aceto. Impregnate uno straccio (o qualsiasi altro tessuto usiate per le pulizie) di aceto, avvolgetelo attorno al rubinetto o soffione e poi coprite tutto con una busta di plastica, chiusa con un elastico ben stretto attorno al collo del rubinetto o del soffione stesso. Lasciate agire per tutta la notte e poi il giorno dopo finite di staccare le concrezioni di calcare con l'aiuto di uno spazzolino.
  • Piastrelle e ceramiche: per lavare le ceramiche del bagno potete usare l'aceto assoluto, sempre spruzzandolo con un flacone spray per comodità  Lasciate agire per 10 minuti, in modo che possa sciogliere le macchie e contrastare i cattivi odori, poi strofinate e infine risciacquate e asciugate con un panno pulito.
  • I vetri della doccia e lo specchio: per queste superfici preparate una soluzione che sia composta da una parte di aceto di alcol e due di acqua, e agitate bene il flacone spray. Spruzzate la mistura direttamente sul panno in microfibra e strofinate quest'ultimo sui vetri, così da evitare colature. Sciacquate e asciugate per bene, in modo da evitare aloni. È comodo tenere il flacone col prodotto pronto all'uso, così che dopo ogni utilizzo (o comunque il più spesso possibile) possiate pulire i vetri e lo specchio ed evitare che lo sporco si accumuli a dismisura.
  • Piatto doccia: questa superficie si può lavare con la stessa tecnica usata per la pulizia ordinaria dei rubinetti, quindi con metà acqua e metà aceto, lasciato agire per 10 minuti.
  • Piastrelle della doccia: a differenza di quelle del resto del bagno, queste si sporcano anche di residui di sapone o shampoo, quindi per pulirle, oltre ad acqua (una bacinella) e aceto di alcol (100 ml), se volete potete aggiungere anche 1 cucchiaino di sapone per piatti, e poi strofinare una spugna intinta in questa miscela, per poi risciacquare e asciugare.
  • WC: versate periodicamente un litro intero di aceto nella tazza, partendo dai bordi in modo che scorra sulle pareti. Se ci sono macchie più evidenti, prendete vecchi stracci e imbeveteli di aceto, lasciandoli in posa sulle macchie stesse. Attendete almeno due ore prima di rimuoverle e strofinare il tutto con lo scopino, e tenete pronto altro aceto per irrorare le zone da lavare. Una volta finito, tirate lo sciacquone. Non mescolate mai l'aceto con la candeggina.
  • Vasca da bagno: in un flacone versate 60 ml di aceto e il succo di un limone, poi aggiungete un po' di acqua e vaporizzate sulle pareti. Lasciate agire per dieci minuti e poi strofinate per bene, sciacquate e asciugate.

Buon lavoro!

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie