3 metodi semplici ed efficaci per invecchiare gli oggetti in metallo - Creativo.media
x
3 metodi semplici ed efficaci per invecchiare…
Armadi a giorno: le idee migliori da sfruttare in camera o nel vano guardaroba Formiche? Ti sveliamo un rimedio fai-da-te perfetto per tenerle lontane

3 metodi semplici ed efficaci per invecchiare gli oggetti in metallo

08 Giugno 2021 • di Claudia Melucci
517
Advertisement

Fino a qualche decennio fa non ci saremmo mai immaginati di arredare casa ispirandoci allo stile industriale, quello delle fabbriche in pieno centro delle grandi città. Eppure oggi lo stile “industriale” è molto in voga, soprattutto tra le nuove generazioni che arredano case. 

Elemento principale dello stile industriale è chiaramente il metallo che può essere rifinito oppure “invecchiato” per richiamare ancora di più la sensazione di vissuto e usurato delle fabbriche. 

In questo articolo vi sveleremo i trucchi per ottenere l’effetto invecchiato del metallo, per dare un tocco di personalizzazione alle travi a vista del vostro loft industrial, o che vi torneranno utilei in tutte quelle occasioni in cui volete ottenere un effetto antico sulle vostre parti in metallo.

immagine: Pinterest

Ora è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e saperne qualcosa di più sui metodi per invecchiare il metallo in poche mosse. In questo articolo vi mostriamo 3 trucchi: il metallo può essere invecchiato usando 

  • Della vernice
  • Una soluzione di aceto di mele e sale 
  • Dell’acido.

Scegliete quello che fa al caso vostro tenendo conto il vostro materiale di partenza e soprattutto il grado di esperienza che avete.

Invecchiare il metallo con la vernice.

Si tratta del modo più semplice per conferire agli oggetti in metallo un aspetto invecchiato. Vi basterà procurarvi di colori acrilici opachi (nero, grigio e/o bronzo a seconda dell’effetto che volete ottenere), carta vetrata di grana 80, un pennello di spugna o delle spugnette per verniciare, acquaragia (o aceto) e ovviamente tutto ciò di cui avete bisogno per proteggere le superfici di lavoro.

Iniziate a passare la carta vetrata sull’oggetto in metallo: scegliete una trama grossa, che intacchi bene la superficie e porti via lo strato più superficiale – la grana 80 andrà benissimo. Passate la carta vetrata per togliere lo strato lucido, fino a quando non sentirete la superficie ruvida al tatto.

Terminato con la carta vetrata dovrete rimuovere tutta la polvere e lo sporco dall’oggetto in metallo, potete aiutarvi con dei panni e per ultimo con una passata di acquaragia o aceto, per assicurarvi che la vernice acrilica che andrete ad applicare successivamente aderirà alla perfezione. 

Ora è arrivato il momento di passare il colore: stendete il nero opaco su una tavolozza e dopo aver bagnato e strizzato il pennello di spugna ( o la spugnetta) nell’acqua per ammorbidirlo, prendete un po’ di colore ed iniziate a stenderlo sulla superficie di metallo: potete picchiettare il pennello o dare delle passate verticali, l’importante è che nel complesso le passate siano irregolari. Dedicatevi ad ogni parte dell’oggetto, soprattutto nelle fessure e sui dettagli.

Ora dovete aspettare che il colore acrilico si asciughi perfettamente: consultate i tempi di asciugatura del prodotto che avete utilizzato o, se non avete fretta, lasciate il colore ad asciugare tutta la notte.

Attenzione! Applicate la vernice in un ambiente ben arieggiato e lasciate l’oggetto di metallo ad asciugare in un ambiente con ricircolo d’aria.

Una volta asciugata la prima mano di colore è tempo di realizzare i dettagli dell’effetto invecchiato. Per farlo, vi consigliamo di prendere come riferimento l’immagine di qualche oggetto metallico antico che potete trovare su internet, di modo da prendere come esempio la texture dei colori. Potete ottenere l’effetto antico picchiettando il grigio sul nero, oppure il bronzo se volete ottenere un effetto più caldo. Come per il nero, potete sbizzarrivi con le zone di colore, l’importante è che nel complesso le pennellate siano “disordinate” e non uniformi. Ora dovete attendere di nuovo che la seconda mano di colore si asciughi.

Per ultimare il vostro lavoro potete carteggiare nuovamente l’oggetto in metallo, in modo da accentuare l’effetto antico. Vi consigliamo di carteggiare i bordi e gli angoli. Una volta terminato questo passaggio eliminate la polvere che si è creata e il vostro oggetto di metallo invecchiato è completato!

immagine: Pinterest

Invecchiare il metallo con un detergente acido.

Questa tecnica è consigliabile a chi ha destrezza nell’uso di sostanze chimiche molto pericolose: in ogni caso è necessario dotarsi di dispositivi di protezione individuale (guanti protettivi e visiere di protezione degli occhi), e di protezione per l’ambiente di lavoro. 

Prima dell’utilizzo del prodotto acido leggete la sua scheda di sicurezza.

Per procedere all’invecchiamento del metallo con questa tecnica bisogna procurarsi un detergente acido a base di acido cloridrico, utilizzato ad esempio per la pulizia profonda del WC, della carta vetrata di grana grossa (80) e una spugnetta d’acciaio per i piatti. 

Per prima cosa, passate la carta vetrata su tutto l’oggetto per eliminare lo strato lucido; interrompete quando la superficie sarà ruvida al tatto e opaca. Eliminate tutta la polvere che si è creata. 

Ora, indossate guanti e visiera, proteggete il piano su cui lavorerete, poi versate l’acido su tutto l’oggetto di metallo: assicuratevi che ogni parte dell’oggetto venga raggiunta dall’acido. Assicurandovi di indossare correttamente i guanti, prendete la spugnetta d’acciaio e strofinatela sull’oggetto da invecchiare.

A questo punto attendete che l’acido agisca sul metallo: potranno volerci più di 30 minuti, in ogno caso dovreste poter osservare il metallo che “invecchia” man mano che il tempo passa.

Raggiunto l’effetto desiderato sciacquate l’oggetto accuratamente con abbondante acqua. Una volta che siete certi di aver eliminato il detergente acido, potete asciugare il vostro oggetto di metallo invecchiato.

Et voilà, ora il vostro oggetto di metallo è ricoperto da una patina bianca tipica dei metalli antichi!

Advertisement
immagine: Pinterest

Invecchiare il metallo con aceto di mele e sale.

Anche questa tecnica rientra tra quelle “casalinghe” per invecchiare il metallo. Con questi ingredienti potrete invecchiare oggetti di bronzo, rame o ottone, ottenendo quelle macchie verdastre che ricoprono questi oggetti quando esposti per lungo tempo all’aria o all’acqua salmastra. Quello che vi occorrerà è solo aceto di mele e sale non iodato (marino).

Preparate una soluzione di ¾ di aceto di aceto di mele e  ¼ di sale marino e trasferitela in una bottiglietta spray. Spruzzate la soluzione su tutto l’oggetto che volete invecchiare, bagnandolo nuovamente man mano che si asciuga. Tenetelo bagnato per almeno 30 minuti. Se l’oggetto è piccolo potete immergerlo del tutto in una bacinella con la soluzione di aceto e sale. 

Trascorsi i 30 minuti in ammollo o bagnato all’aria, lasciate l’oggetto ad asciugare all’aria aperta per alcune ore o il tempo necessario affinché si formi la patina verde. 

Assicuratevi che l’oggetto sia completamente asciutto, a questo punto potete sigillare la patina spruzzando l'oggetto con della lacca: in questo modo la patina si manterrà nel tempo senza subire alterazioni. 

In questo articolo avete imparato ad invecchiare i vostri oggetti in metallo nuovi o lucidi, ottenendo macchie di colori o patine tipiche degli oggetti metallici logorati dal tempo. Invecchiare il metallo è un modo per dare un tocco di rifinitura ad un ambiente industriale o comunque per dare valore ai vostri oggetti metallici facendoli sembrare d’antiquariato. 

Una piccola curiosità. Sapete come ha fatto lo stile industriale a conquistare l’ambito dell’arredamento di interni? Tutto è iniziato negli anni ‘50 quando vennero a trovarsi sgombri numerosi uffici, industrie o piccole fabbriche che furono riadattate per lo scopo abitativo, mantenendo ampi spazi, elementi in metallo a vista e una palette di colori tendenzialmente scura. 

Lo stile urbano – un altro termine con cui ci si riferisce allo stile industriale – è molto in voga al giorno d’oggi, ma per ricrearlo bisogna tenere a mente alcuni aspetti. Il rischio è quello di creare ambienti bui, poco luminosi, a causa dei colori tendenzialmente scuri degli arredi (metallo scuro e legni scuri): per questo motivo una raccomandazione da ricordare è quella di non far mancare agli ambienti punti di colore, così come punti luce sparsi. Giocate con i colori con la tappezzeria dei suppellettili (divani, poltrone, letti…) e delle tende e cuscini, in modo da creare un divertente contrasto che porti luce e calore. Anche per l’illuminazione è raccomandabile scegliere punti luce poco intensi ma numerosi: optate per lampade, piccole decorazioni luminose in modo da illuminare ogni angolo della vostra casa!

E ora, non vi resta altro che invecchiare i vostri oggetti in metallo per sposare al meglio lo stile industriale!

Tags: TrucchiIdeeFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie