Valigie da riporre? Assicurati di pulirle bene per evitare che si formino cattivi odori o muffa

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

02 Settembre 2021

Valigie da riporre? Assicurati di pulirle bene per evitare che si formino cattivi odori o muffa
Advertisement

Dopo una qualsiasi vacanza le nostre valigie sono sempre un po' sporche, anche se magari ad occhio nudo non sembrano in condizioni particolarmente cattive. Non tanto l'esterno, quanto l'interno merita di essere ben pulito e arieggiato dopo essere stato sporcato con gli indumenti sporchi, a maggior ragione se magari era successo qualche piccolo incidente e dei prodotti di bellezza o alimentari avevano riversato il loro contenuto o quantomeno lasciato un odore penetrante.

Se vengono riposte per non essere usate a lungo, di solito in sgabuzzini o spazi chiusi, e di certo dopo essere state ben chiuse e talvolta anche coperte con teli di plastica, anche solo un po' di sporco all'interno può finire per creare cattivi odori, e potremmo persino avere a che fare con un po' di muffa al momento di riaprirle. Leggete oltre per sapere come prendervene cura al meglio.

Advertisement
Creativo

Creativo

Per l'interno:

Dopo averle svuotate per bene, controllate se sia possibile estrarre la fodera interna: nella maggior parte dei casi è fatta di materiali sintetici, quindi potrà essere lavata con un ciclo di lavaggio delicato in lavatrice, o anche a mano in una bacinella o direttamente nella vasca da bagno. In quest'ultimo caso potete usare un po' di sapone di Marsiglia (oppure sapone per bucato delicato) con del bicarbonato o, in alternativa, un goccio di aceto. Lasciatela poi ad asciugare perfettamente, ben stesa su uno stendino.

Se non la si potesse estrarre, allora bisognerà per prima cosa eliminare ogni detrito, meglio se con l'aspirapolvere, e solo dopo strofinare con un panno inumidito con un po' di acqua, cui potete aggiungere giusto un goccio di aceto (sempre facendo attenzione al tipo di materiale, alcuni tessuti si possono rovinare con l'aceto) o un cucchiaino di bicarbonato. Se per caso doveste notare delle macchie, allora solo su quelle agite con acqua e sapone (una parte di acqua e cinque di sapone), strofinando con un panno e poi tamponando con un altro inumidito di sola acqua.

Fate asciugare tenendo la valigia ben aperta per tutto il tempo necessario.

Per l'esterno:

  • Se di stoffa: usate un prodotto spray (come gli smacchiatori per bucato), e spruzzatelo senza esagerare con le quantità sull'esterno della valigia. Strofinate con una spazzola fino a creare un leggero strato di schiuma, soprattutto dove vedete macchie, poi se avete degli aspiratori a vapore, pulite con quelli. Altrimenti risciacquate con dei panni bagnati, ci vorrà del tempo.
  • Se di materiali plastici duri: potete usare acqua con un goccio di sapone per piatti (anche il sapone di Marsiglia va bene) e un panno o spugnetta, risciacquando poi anche con un getto di acqua leggero. Se ci fossero incrostazioni che non vengono via col solo sapone, aiutatevi con un po' di bicarbonato di sodio, strofinato con un vecchio spazzolino.
  • Per borsoni e valigie in pellame: bisogna usare spazzole o spazzolini dalle setole morbide o panni in microfibra, preferibilmente con prodotti specifici per pulire la pelle o, in alternativa, latti detergenti che potremmo usare sul viso.

In tutti i casi, è fondamentale che ogni parte della valigia sia perfettamente asciutta prima di essere riposta. Per evitare che si formino cattivi odori, potete anche riempirle di fogli di giornale (e persino spargere su questi qualche goccia di olio essenziale di tea tree, ma potrebbero andar bene anche altri aromi), oppure dei sacchetti di stoffa con dentro - in alternativa - fondi di caffè ben asciutti, bicarbonato di sodio, la lettiera per i gatti oppure carbone attivo.

Saranno pronte e profumate per il vostro prossimo viaggio!

Advertisement