x
Propagare le succulente in acqua è…
Fiori finti all'uncinetto: ne puoi realizzare di incantevoli che sembrano veri Sassi che diventano piante: basta un po' di vernice per decorare la casa con splendidi cactus

Propagare le succulente in acqua è facilissimo: scopri come riuscirci con un video di TikTok

25 Aprile 2022 • di Angelica Vianello
5.669
Advertisement

Le piante succulente, comunemente note come piante grasse, rimangono tra le più amate per la coltivazione in casa - ma non solo. Hanno dimensioni contenute, necessitano di poche cure, e sfoggiano forme tra le più incredibili che si possano immaginare, a volte anche con fiori davvero spettacolari.

Per questo, vengono usate spesso in composizioni scenografiche o dentro a fioriere molto particolari - persino ricavate da oggetti riciclati - per arredare gli interni, o magari anche il balcone e il giardino. Se siamo molto bravi a coltivare qualche specie, che quindi cresce rigogliosa, perché non imparare anche a propagarla? Riprodurre le piante è divertente e ci permette di avere tanti esemplari nuovi da far crescere o da regalare.

Un modo facile per moltiplicare la gran parte delle piante succulente è a partire dalle loro foglie e usando semplicemente un barattolo con acqua.


C'è un metodo che funziona con tutte le piante succulente che abbiano foglie carnose e non molto grandi, come echeverie, sedum o certi tipi di haworthia (per nominarne solo alcuni), è illustrato in modo efficace anche da questo video di TikTok, caricato sull'account di @succulentscientist.

Ciò di cui avete bisogno è:

  • Le foglie delle vostre piante da riprodurre
  • Un barattolo di vetro. Deve essere abbastanza ampio di diametro, ma soprattutto perfettamente pulito e disinfettato
  • Acqua
  • Pellicola trasparente per alimenti
  • Un elastico
  • Un coltello appuntito

Quanto alle foglie da usare per queste talee in acqua, c'è chi preferisce metterle in acqua subito e chi aspetta qualche ora dopo averle separate o tagliate dalla pianta madre, così che il taglio stesso si asciughi.

 Come procedere:

  1. Riempite il barattolo di acqua a tre quarti o poco più.
  2. Coprite l'apertura con la pellicola, tenendola ben tesa
  3. Fermate la pellicola con l'elastico, in modo che faccia da coperchio
  4. Usando il coltello, praticate un taglietto nella pellicola, in modo da poterci infilare una foglia con la punta (la parta tagliata) verso il basso, che arrivi ad essere sospesa sopra all'acqua circa di mezzo centimetro.
  5. Riempite così tutto il barattolo, poi spostatelo su un davanzale abbastanza assolato.
  6. Ricordatevi di cambiare l'acqua appena notate che diventa un po' torbida, e nel giro di almeno 2 o 3 settimane (potrebbe volerci di più a seconda delle painte), noterete che ogni foglia ha prodotto apparati radicali.

Quando le radici sono abbastanza lunghe e magari sono spuntati anche germogli alla base delle foglie stesse, potrete spostare ogni nuova piantina in un vasetto a parte, con il terriccio adatto alle succulente.

C'è anche un metodo alternativo che potete provare: si tratta di adagiare semplicemente le foglie sul terriccio (quindi magari usando un vassoio o una ciotola ampia), e spruzzare acqua con buona regolarità in modo da tenere sempre il terriccio appena umido (non zuppo d'acqua). In questo caso il vassoio con le foglie va tenuto in un luogo un po' più in penombra, ma dove comunque sia raggiunto dal sole nelle ore meno calde della giornata.

Avete mai riprodotto le piante succulente in questi modi?

 

Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie