Scarti di cucina utili in giardino: usa in tanti modi naturali le scorze di limone o arancia! - Creativo.media
x
Scarti di cucina utili in giardino:…
Vuoi ridecorare la casa ma non sai come fare per ravvivarla? Prova con dei semplici trucchi di design alla moda Dal rametto di prezzemolo comprato al mercato puoi far crescere una pianta: scopri come

Scarti di cucina utili in giardino: usa in tanti modi naturali le scorze di limone o arancia!

28 Maggio 2022 • di Angelica Vianello
864
Advertisement

Che si mangino gli spicchi di un arancio o mandarino, o si voglia spremere il limone o il lime per ricavarne il succo con cui condire tanti piatti, e ancora per tutti i casi in cui in genere finiamo per usare gli agrumi in cucina, è probabile che di solito buttiamo via le scorze. Quelle, però, sono scarti organici che possiamo usare in tanti modi utili, a costo zero e soprattutto rispettosi dell'ambiente per una serie di faccende domestiche sia in casa che in giardino.

Di seguito vi riportiamo infatti qualche utilizzo che potrebbe farvi comodo per la cura delle piante dei vostri angoli verdi, in modo del tutto ecosostenibile.


immagine: Pixabay
  • Repellente per insetti: se notate formiche o moscerini in casa o nei pressi delle dispense, sistemate i pezzetti di scorza sul loro cammino e attorno alle zone di entrata o quelle che volete proteggere. Se la situazione non è troppo grave, l'odore di questi frutti funge da repellente naturale.
  • Per acidificare il terreno in giardino: alcune piante come rododendri e azalee amano i terreni acidi, e potete usare le scorze come correttore naturale dell'acidità di un terreno tendenzialmente alcalino. Bisogna far essiccare le scorze di agrumi e poi ridurle in polvere: sarà quella che aggiungerete al terreno. È un rimedio naturale che magari potete ripetere un paio di volte all'anno per cominciare a vedere risultati.
immagine: unsplash.com
  • Spray contro le formiche: fate a pezzetti le scorze e mettetele in un barattolo di vetro, poi riempitelo di acqua fino all'orlo. Tenete il tutto in un luogo buio e fresco per 3 o 5 giorni. Con un colino filtrate il liquido per rimuovere le scorze, e rimettete il liquido nello stesso barattolo di prima. A questo punto aggiungete all'estratto un cucchiaino di melassa (c'è chi usa del miele in sostituzione) e una goccia di sapone per piatti. Chiudete il barattolo e agitate per bene, poi versate (o spruzzate, dopo aver travasato in un flacone spray) sui punti di accesso delle formiche o direttamente sugli insetti.
  • Come vasetto per far germinare semi: se potete tagliare il frutto in modo da ricavarne una scorza semisferica, potete usarla con del terriccio come mini semenzaio per far germinare i semi... Magari proprio del frutto stesso!

Buon lavoro!

 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie