x
Pavimenti in legno da esterno: scopri…
Innaffiare l'orto: i consigli per farlo al meglio e far crescere piante forti e sane Ami i cookies all'americana? C'è un trucco per farli riuscire sempre perfettamente tondi

Pavimenti in legno da esterno: scopri i trucchi per ridipingerli al meglio

07 Giugno 2022 • di Angelica Vianello
816
Advertisement

Per una pedana appena fuori casa, o anche un'area pavimentata sotto a un albero, un gazebo o attorno alla piscina, uno dei materiali più belli da usare è il legno. Rispetto alle alternative in muratura, infatti, il legno conferisce sempre un aspetto più caldo e naturale al design del giardino, proprio come succede anche in casa.

Il legno, però, ha sempre lo svantaggio di dover essere adeguatamente mantenuto con una serie di trattamenti periodici che lo proteggano dagli agenti atmosferici e dal passare del tempo, preservandone l'aspetto nel modo migliore e il più a lungo possibile. Questo non significa meramente passare una mano di impregnante a intervalli regolari. Cosa fare per restituire l'aspetto originario ai pavimenti in legno da esterno? Leggi oltre per saperne di più.


immagine: pxhere.com
  • Quando è meglio occuparsi della manutenzione? Bisogna scegliere il periodo dell'anno in cui è meno probabile che piova, dato che l'acqua è la peggior nemica dei vari trattamenti necessari. Eviterete così colature dei prodotti, macchie e in genere la necessità di dover ripetere le operazioni quando il risultato è stato rovinato dalla pioggia prima che tutto si asciugasse per bene. Scegliete quindi un momento in cui prevedibilmente non pioverà per due giorni: uno di lavoro e uno per l'asciugatura completa dell'area.
  • Non dimenticate la vostra sicurezza: anche se fa caldo, si consiglia sempre di proteggere la pelle e gli occhi. Quindi abiti con maniche lunghe, pantaloni lunghi, protezione per gli occhi e mani. La maschera serve solo quando si usano prodotti spray o quando si usa una levigatrice. 

Come procedere

  1. Sgomberate e pulite per bene l'area.
  2. Eliminate tutto lo strato di vernice precedente, riportando "a nudo" il legno.
  3. Levigate la superficie: potete farlo a mano o con una levigatrice: il legno deve risultare liscio, privo di qualsiasi ruvidezza o asperità e soprattutto schegge.
  4. Riparate eventuali assi rovinate, se necessario sostituitele (e preparatele sempre con la dovuta pulizia e levigatura). È in questo momento che vi servirete di stucchi e prodotti per riempire fessure e simili. Tenete sempre conto delle procedure di applicazione, del tempo necessario per farli asciugare, e non dimenticate che dopo averli applicati questi ritocchi vanno rifiniti con levigatura per avere sempre una superficie liscia e uniforme.
  5. Lavate il pavimento: dopo aver spazzato via tutti i detriti solidi, potete lavare. Si può fare con una spazzola con setole di metallo e acqua insaponata, oppure con idropulitrice (ma facendo molta attenzione).
  6. Proteggete, se necessario, le parti che non dovranno essere dipinte (pali, muretti, pareti...) con dei teloni e nastro adesivo.
  7. Passate il primer adatto sul pavimento.
  8. Passate la prima mano di vernice/impregnante scelto e fate asciugare per una o due ore secondo le indicazioni della confezione.
  9. Passate la seconda mano, eventualmente poi anche una terza (dipende dalla finitura che volete ottenere, le condizioni del legno e il tipo di prodotto).
  10. Se è previsto anche un prodotto di finitura, dovrà essere steso sempre dopo la completa asciugatura della vernice (24-48h)
  11. Aspettate comunque 24 o 48 ore prima di tornare a camminare sul pavimento rinnovato.

Buon lavoro!

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie