Umidità in casa: i trucchi da provare per combatterla

Angelica Vianello

20 Novembre 2022

Umidità in casa: i trucchi da provare per combatterla
Advertisement

Se la vista delle finestre appannate da un velo di acqua è qualcosa cui siete abituati, molto probabilmente significa che in quella stanza regna un po' troppa umidità. La condensa sui vetri è inevitabile quando ci sono grandi sbalzi termici tra l'interno e l'esterno, dunque quando le temperature si abbassano molto nelle stagioni più fredde e teniamo al caldo le nostre case con i vari sistemi a disposizione, ma se quel fenomeno perdura o si forma velocemente di nuovo anche dopo aver arieggiato o quando non ci sono quelle condizioni a giustificarlo, allora forse è il caso di deumidifcare l'ambiente.

Ancora di più se notiamo altri segni d'allarme, come macchie scure su muri e soffitti, che spesso sono poi interessati da formazioni di muffa niente affatto amiche della nostra salute. Nei casi più gravi è necessario capire la ragione alla radice, e intervenire in modo sostanziale, ma se si tratta di casi più lievi o periodici, possono aiutare anche alcuni espedienti casalinghi come quelli indicati di seguito.

Advertisement

Creativo

In ambienti come garage o cantina, o magari una soffitta, potete preparare un deumidificatore rudimentale ricorrendo al salgemma: munitevi di due secchi di plastica robusti, da infilare uno nell'altro. Su quello superiore praticate buchi sul fondo, sottili ma numerosi. Mettetelo quindi dentro all'altro e riempitelo di salgemma. Quest'ultimo è igroscopico, quindi assorbe umidità, e potrete quindi tenere questo dispositivo economico in un angolo della stanza, ricordandovi di controllare periodicamente se il fondo del secchio più esterno (quello più basso che poggi a terra) sia pieno di acqua di risulta, che dovrete svuotare.

Qualcosa di simile, in formato più compatto e anche arricchito di qualche profumo piacevole, si può fare nelle stanze che usiamo più spesso, come il bagno o la cucina. Lì può bastare il sale grosso da cucina. Procuratevi poi dei ritagli di stoffa traspirante (garza, cotone leggero, lino leggero e simili) e dei barattoli di vetro. Riempite ogni barattolo con sale, se volete aggiungete gocce di oli essenziali a piacere, coprite con la stoffa tenuta ferma con un elastico e sistemate i barattoli negli angoli umidi delle stanze. Dovrete anche in questo caso svuotare e ripreparare tutto ogni volta che notate che il sale va sciogliendosi e il barattolo si riempie di acqua, ma sarà sempre un'operazione semplice e anche poco costosa.

Se avete una stanza dove stendere il bucato nei periodi freddi, rimedi come quello del barattolo possono dare una mano a contrastare l'umidità che si forma man mano che i panni si asciugano!

Advertisement