5 dettagli cui fare attenzione in cucina per non farla sembrare trasandata

Angelica Vianello

28 Novembre 2022

5 dettagli cui fare attenzione in cucina per non farla sembrare trasandata
Advertisement

La cucina è una delle aree più trafficate di casa, soprattutto per chi ama passare tempo ai fornelli. Quanto più si cucina e tanto più ci si circonda di tutta una serie di accessori e utensili da impiegare per le varie preparazioni, e non di rado abbiamo proprio delle categorie preferite dalle quali non sappiamo staccarci. C'è poi spesso l'abitudine, niente affatto sbagliata, di continuare a usare gli oggetti ai quali ci siamo abituati quanto più a lungo possibile, o meglio fino a che proprio non si rompono.

In un'ottica di lotta agli sprechi è sempre uno sforzo encomiabile, ma ci sono casi in cui è un po' controproducente quanto a effettiva igiene. E poi spesso gli utensili ormai usurati sono quelli che, nell'insieme, saltano all'occhio come dettagli che fanno sembrare la cucina un po' trasandata. Ve ne indichiamo alcuni di seguito.

Advertisement

southernbenz/Reddit

Taglieri: è vero che è sempre un peccato buttar via qualcosa che di fatto si può ancora usare, ma nel caso dei taglieri, quando sono troppo segnati da tagli e graffi, arriva il momento di salutarli. Questo perché diventa praticamente impossibile lavarli e igienizzarli a dovere, anche impiegando sempre i rimedi adatti. Inoltre quelli di legno (ma anche di silicone)non dovrebbero mai essere usati altro che con verdura e frutta, mentre per carne pesce e formaggi si consigliano quelli di metallo. 

ExploringSFDC/Reddit

Tegami e padelle, quando ormai il rivestimento antiaderente è graffiato o  - peggio ancora - scrostato, bisogna sostituirle perché sono dannose per la salute. Nel caso di quelle di ghisa, invece, spesso è possibile ricreare lo strato protettivo con diversi metodi, che si possono anche effettuare in casa. Bisogna sempre, però, stare molto attenti a farlo nel modo giusto, per evitare problemi di salute dopo.

Advertisement

fserv11/Reddit

Un discorso simile si fa per mestoli, palette e spatole da cucina. Tradizionalmente, quelle di legno erano in tutte le case ma ormai è risaputo che le fibre del legno non sono facili da tenere davvero pulite, soprattutto se poi si usa lo stesso mestolo per tutte le preparazioni. Sono considerati più sicuri i materiali sintetici come silicone e teflon, che comunque vanno mantenuti. Quando abbondano graffi e magari anche qualche deformazione dovuta al calore, è il caso di sostituire il tutto con modelli nuovi.

gtownisok/Reddit

Tazze di metallo smaltato: hanno un fascino vintage intramontabile, e ogni tanto tornano di moda. Quando però salta lo smalto, cominciano i problemi. Se il problema è solo all'esterno, sembreranno vecchie e daranno semplicemente un'aria vissuta, o dimessa, alla cucina. Ma se anche all'interno ci sono porzioni senza smalto bisogna riparare, per non far entrare a contatto gli alimenti col metallo al di sotto. Esistono anche kit di riparazione, ma fate sempre attenzione ad usare vernici e materiali che siano adatti poi all'uso alimentare.

Benchinapark/Reddit

Ceppo dei coltelli: se si usano tanti coltelli da cucina, è necessario avere un portacoltelli per tenerli in ordine. Però è anche vero che a volte non si usano quasi mai alcuni di quelli che fanno parte dei set. Così diventa più utile,  e ordinato, limitarsi a tenere a portata di mano solo quelli che davvero usiamo spesso. Per quelli indispensabili, poi, non è detto che il ceppo tradizionale, ovvero il blocco di legno con le fenditure in cui infilarli, sia la cosa migliore: si sporca facilmente ed è difficile da pulire, e poi nelle feritoie in cui si infilano le lame finiscono polvere, briciole, e sporcicia, senza considerare che spesso l'umidità intrappolata lì crea muffa. Meglio allora optare per le soluzioni più moderne, come le bande magnetiche e altri modelli simili.

Quali altri dettagli, secondo voi, possono far sembrare meno curata una cucina?

Advertisement
Advertisement