Ruggine su lavandini e sanitari? Scopri i trucchi fai-da-te per liberartene senza troppo sforzo

Angelica Vianello

23 Aprile 2021

Ruggine su lavandini e sanitari? Scopri i trucchi fai-da-te per liberartene senza troppo sforzo
Advertisement

Sebbene il calcare sia la prima minaccia di tutte le rubinetterie e sanitari in casa, a volte sulle superfici di metallo dei lavandini e altri mobili si presenta un altro problema: la ruggine. Quando notiamo gli aloni rossastri e ruvidi sulle superfici in questione significa che il metallo si è ossidato per via dell'ossigeno presente nell'ambiente, acqua compresa.

Non succede spessissimo, ma quando capita è bene prendersi cura dei sanitari nel modo appropriato, e per farlo è possibile ricorrere a dei rimedi fai-da-te semplici ed economici.

Advertisement
  • Succo di limone o acido citrico: il metodo più rispettoso dell'ambiente è quello che fa uso del succo di limone, nel caso di macchie non troppo estese o gravi, e acido citrico in polvere per le incrostazioni più significative. Nel primo caso, vi basterà strofinare spicchi di limone sulle aree interessate, e vedrete che pian piano questo scioglie la ruggine. In alternativa, potete anche mescolare succo di limone e borace creando una pasta da strofinare con una spugnetta.
    Per usare l'acido citrico, invece, bisognerà diluirne 150 grammi per ogni litro d'acqua, mescolando bene la soluzione e spruzzandola con un flacone spray sulle parti da pulire, oppure versandola direttamente nel WC come un normale detersivo. Lasciate agire per circa un'ora e poi strofinate con una spugna per asportare la ruggine e risciacquate per bene.
  • Aceto: altrettanto efficace è l'aceto di vino bianco o di mele (o di alcol). Se dovete pulire i rubinetti, avvolgeteli con un panno imbevuto di aceto, lasciando agire per tre o più ore. Nel caso del WC, versatelo direttamente dove serve. Potete anche aggiungere il bicarbonato e formare una pasta proprio come se doveste rimuovere il calcare.
  • Se volete usare il bicarbonato da solo, strofinatelo sull'area da pulire con una spugna.
  • Patate: sia la polpa che le bucce della patata, strofinate dal lato della polpa sulle parti coperte di ruggine riescono ad asportarla, se la situazione non è troppo grave. Questo è dovuto all'acido ossalico al loro interno, che riesce a sciogliere appunto la ruggine. Questo rimedio, però, richiede che utilizziate comunque poi un prodotto per pulire ed eliminare gli aloni lasciati dall'amido.

In ogni caso, è sempre consigliabile usare guanti e preoccuparsi di asciugare per bene per evitare che torni a formarsi nuovamente ruggine e anche calcare. Buon lavoro!

Advertisement
Advertisement