Aloni gialli su camicie e magliette? Ti sveliamo qualche trucco fai-da-te per eliminarli

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

11 Maggio 2021

Aloni gialli su camicie e magliette? Ti sveliamo qualche trucco fai-da-te per eliminarli
Advertisement

Chiunque di noi ha una scorta di magliette, bluse o camicie bianche da usare in tante occasioni diverse: dal lavoro, allo sport alle occasioni quotidiane o speciali, gli indumenti bianchi sono sempre capisaldi di ogni guardaroba, e purtroppo sono anche quelli su cui le macchie sono più evidenti. Avere una camicia buona che mostri quei fastidiosi aloni giallastri sotto le ascelle significa non poterla più usare per lavoro o nelle occasioni eleganti, a meno che non si eliminino le macchie di sudore o provocate dai deodoranti.

Se i lavaggi non sono sufficienti, potete provare a (pre)trattare i capi con qualche metodo fai-da-te come quelli indicati di seguito, che impiegano ingredienti che spesso teniamo in casa. Assicuratevi però che il materiale di cui sono fatte le maglie o camicie non sia troppo delicato: per la seta e altri tessuti pregiati è sempre meglio rivolgersi a servizi di pulizia professiionali.

Advertisement
Commons Wikimedia

Commons Wikimedia

Acqua ossigenata: l’acqua ossigenata riesce a eliminare molti tipi di macchie difficili, tra cui proprio quelle di sudore. Ricordatevi di strofnarla sulla macchia sempre dal rovescio del capo. Se gli aloni sono abbastanza recenti, l'acqua ossigenata riesce quasi sempre a eliminarle del tutto, mentre per le macchie più datate a volte è necessario provare più volte. Quando da sola non sembra funzionare, potete allora mescolarla con il detersivo in parti uguali e lasciare il capo in ammollo in una bacinella cui avrete aggiunto questo mix per un’ora. Al momento di strofinare la macchia, potete aiutarvi con un po’ di bicarbonato di sodio. 

Bicarbonato di sodio: funziona molto bene sulle macchie recenti, eliminando efficacemente anche il cattivo odore. Mescolate 5 cucchiai in mezza tazza di acqua calda, e versateli sulla macchia, avendo adagiato il capo in una bacinella. Strofinate un po' la macchia e lasciate agire per mezz'ora. Trascorso questo tempo strofinate ancora delicatamente e poi sciacquate con acqua fredda.

Aceto bianco: mescolatelo in parti uguali con acqua dentro un flacone spray, e spruzzate sulla macchia. Se il tessuto è abbastanza resistente potete provare anche a cospargere la  macchia di bicarbonato e poi spruzzare sopra il prodotto. Strofinate piano e lasciate agire prima di risciacquare con acqua fredda.

Succo di limone: spremete il limone e allungate il succo con acqua bollente, più o meno in parti uguali. Versate il tutto in un flacone e usatelo quando è ancora abbastanza caldo sulla macchia, proprio come l'aceto.

Dentifricio: un dentifricio naturale, meglio se non con gel, può aiutare a rimuovere macchie anche di caffè o tè. Provatelo però prima su un angolo meno visibile del capo, se avete timore che lo possa rovinare. I dentifrici sbiancanti potrebbero essere adatti ai capi bianchi. Dovrete solo strofinarne una piccola quantità sulla macchia, con le dita o con uno spazzolino a setole morbide, lasciando agire qualche minuto prima di sciacquare.

Avete già provato questi rimedi?

Advertisement