Sporco e muffa nelle guarnizioni della doccia? Scopri come eliminarli col minimo sforzo - Creativo.media
x
Sporco e muffa nelle guarnizioni della…
Ghirlande floreali in camera da letto: aggiungi un tocco delicato e romantico con queste idee Materasso macchiato? Puliscilo e igienizzalo con un semplice rimedio casalingo

Sporco e muffa nelle guarnizioni della doccia? Scopri come eliminarli col minimo sforzo

19 Giugno 2021 • di Angelica Vianello
53.150
Advertisement

Di tutte le stanze di casa, il bagno è quella in cui più facilmente può formarsi della muffa, e dove notare sporcizia dà più fastidio. Un punto particolarmente esposto all'accumulo di sporco e soprattutto alla formazione di muffa sono le guarnizioni in silicone del box doccia, costantemente esposte all'umidità, in un ambiente poco aerato e sistemati in punti dove si raccolgono rimasugli di sapone, detersivi e sporcizia varia.

È possibile però pulirle con dei rimedi semplici, da preparare facilmente in casa, così da tenere sempre in ottime condizioni il vostro bagno.

immagine: Creativo
  • Con bicarbonato di sodio e acqua ossigenata: da sempre ottimo alleato nelle pulizie di casa, soprattutto quando c'è da eliminare la muffa, questo binomio torna utile anche per il silicone della doccia. Dovrete solo riempire un flacone spray con una tazza di acqua ossigenata e due cucchiai di bicarbonato, e se volete potete aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale di tea tree, e poi spruzzare sul silicone. Lasciate agire per almeno 10 minuti e poi strofinate con uno spazzolino. Risciacquate per bene e asciugate.
  • Succo di limone: anche questo, insieme al bicarbonato, può essere usato per pulire le guarnizioni. Versate prima il bicarbonato sul punto da pulire, poi spruzzate con acqua calda. Mentre lasciate agire per qualche minuto, riempite una bottiglia spray con acqua, il succo di un limone e un cucchiaino di bicarbonato. Agitate bene e spruzzate sulla macchia, strofinando con una spugnetta o uno spazzolino, poi sciacquate e asciugate. In alternativa al succo di limone, potete usare anche l'aceto bianco.
  • Acido citrico: versate 150 grammi di acido citrico in una bottiglia spray da un litro e riempite il resto di acqua calda per farlo sciogliere. Dovrete poi usare la mistura lasciandola agire per 15 minuti o più prima di sciacquare e asciugare.
  • Candeggina: nei casi più seri, la candeggina assoluta è la miglior soluzione. Prendete un vecchio pennello e versate la candeggina sulle guarnizioni (in questo caso come in tutti gli altri appena indicati dovete sempre ricordare di indossare guanti di gomma), poi col pennello distribuitela per bene in tutti i punti rovinati. Lasciate agire un paio d'ore (o anche tutta la notte). Meglio ancora se usate un vecchio straccio da buttare, lo impregnate di candeggina e lo lasciate direttamente a contatto con le guarnizioni. Trascorso il tempo necessario se necessario strofinate via tutto lo sporco con il pennello o un vecchio spazzolino e poi sciacquate abbondantemente.

Ricordatevi di indossare una mascherina e di aerare bene l'ambiente mentre vi occupate di queste pulizie.

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie