Mobili di legno rovinati dai graffi? Scopri dei rimedi semplici per eliminarli

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

30 Agosto 2021

Mobili di legno rovinati dai graffi? Scopri dei rimedi semplici per eliminarli
Advertisement

Anche i mobili di legno più pregiati, col passare degli anni cominciano a mostrare i segni del tempo: l'uso prolungato inevitabilmente fa apparire sulle superfici più esposte delle trame più o meno fitte di graffi, a volte solo superficiali, altre volte più profondi. Sebbene sia una caratteristica che magari conferisce anche fascino al pezzo, non è mai una cattiva idea cercare  di riparare, o quantomeno camuffare i segni quando diventano troppo evidenti.

I metodi migliori sono quelli che rispettano il legno, lavorando su di esso per nutrirne le fibre in modo che tutti quei graffi e depressioni diventino meno visibili o scompaiano del tutto. Di seguito vi riportiamo tre rimedi casalinghi semplici che vale la pena provare per dare nuovo lustro ai mobili di legno.

Advertisement
thriftyfun.com

thriftyfun.com

I fondi di caffè: sbriciolate per bene dei fondi di caffè perfettamente asciutti e mescolatene un po' con dell'olio di lino, poi passate la mistura sui graffi, in modo da impregnarli. Con un panno asciutto e morbido adatto a lucidare il legno, strofinate fino all'assorbimento del prodotto. Provatene sempre molto poco per volta, eventualmente ripetendo il processo.

Dentifricio: mescolate 1 cucchiaio di olio d'oliva con un cucchiaino di dentifricio, meglio se di tipo tradizionale senza gel. Spalmatene una quantità piccola solo sui graffi, lasciando agire per 5 minuti. Inumidite appena un panno morbido e rimuovete il tutto con delicatezza, asciugando subito dopo.

Questi rimedi dovrebbero camuffare i graffi leggeri, ma se volete provare a riparare una situazione appena più grave, potete provare con il seguente metodo.

Advertisement
Keith McDuffee/Flickr

Keith McDuffee/Flickr

Una pasta contro i graffi:

  • 3 cucchiai di cera d'api
  • un colorante (alimentare, o un acquerello) oppure un pastello a cera di un colore il più possibile simile a quello del legno
  • acqua calda
  1. In una ciotola versate acqua calda, poi mescolateci la cera d'api e il colore, fino ad avere una consistenza cremosa.
  2. Versate il tutto in un contenitore (un barattolo di vetro o latta andrà bene) e lasciate che prenda forma
  3. Quando sarà raffreddata e solidificata, usate la pasta sui graffi, strofinando con un panno morbido, anche di lana, e poi eliminate tutto l'eccesso con la parte pulita del panno stesso.

C'è poi sempre il rimedio tradizionale dei gherigli di noce, che consiste nello strofinarli direttamente sui graffi più evidenti. Non è un trattamento miracoloso, ma ha un risultato soddisfacente sulle scalfitture non profonde ma visibili, che quantomeno risultano attenuate.

Avete mai provato questi metodi?

Advertisement