Fai tornare la plastica dei mobili da giardino come nuova con questo semplice trucco - Creativo.media
x
Fai tornare la plastica dei mobili da…
Scopri in quanti modi puoi usare il dentifricio nelle faccende domestiche e non solo Prova questi trucchi semplici ma brillanti per semplificarti la vita di tutti i giorni

Fai tornare la plastica dei mobili da giardino come nuova con questo semplice trucco

10 Ottobre 2021 • di Angelica Vianello
22.212
Advertisement

I mobili da giardino di plastica sono tra i più popolari in assoluto: economici e versatili, ne esistono di tantissimi modelli per poter arredare davvero ogni angolo dei nostri spazi all'esterno di casa, balconi e terrazzi compresi. Nella maggior parte dei casi, però, lasciandoli sempre alle intemperie, finiscono per rovinarsi in modo sempre più visibile.

Il bianco in particolare si opacizza e si copre di una patina grigia sempre più sgradevole a vedersi, e poi compaiono macchioline dovute magari a sporcizia (resina, ma non solo) che si concretizza, muffe, licheni e non solo. Usare acqua e sapone aiuta fino a un certo punto, quindi come rimuovere tutto e tornar ad avere la plastica come nuova? Leggete oltre per scoprirlo.

Nei casi più gravi, quando ormai i mobili non venivano puliti da molto tempo, si può usare la candeggina e una spugnetta di lana d'acciaio

Indossate quindi dei guanti ben spessi e impermeabili per lavorare e riempite un piccolo secchio o una bacinella con acqua e versateci dentro una tazza di candeggina (potete anche regolarvi voi e aggiungerne di più o ridurre la candeggina). Immergete la spugnetta e poi cominciate a strofinarla sul mobile da pulire, procedendo piano. Una volta completata una sezione, sciacquate via lo sporco sciolto con un po' di acqua per controllare il risultato. In genere non bisogna passare una seconda volta.

Si tratta di un metodo che però inevitabilmente abrade la superficie del mobile, grattando via la finitura (che già era stata un po' erosa dalle intemperie). Questo significa che la superficie diventerà più porosa: magari non si percepisce al tatto, ma il problema sarà che lo sporco in futuro potrà aderire più velocemente. Si consiglia quindi di usare la lana d'acciaio a grana più sottile possibile, e solo se quella non funziona passare a una più abrasiva.

Advertisement

Un altro metodo, meno aggressivo e quindi più indicato per interventi un po' più frequenti (ma senza esagerare, per la manutenzione infatti è sufficiente usare acqua e sapone, anche di Marsiglia) oppure per i casi in cui lo sporco era meno ostinato, si può usare anche l'aceto bianco, oppure il bicarbonato.

Diluite quindi un bicchiere di aceto oppure qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio in una ciotola o flacone (anche spray se più comodo) di acqua calda e poi potete direttamente cospargerne il mobile e strofinare con una spazzola che non sia eccessivamente dura. Col bicarbonato potete anche bagnare appena il mobile, cospargere il bicarbonato e poi strofinarlo con la spazzola.

Quando avrete sciacquato e asciugato i mobili, potreste anche proteggerli meglio per il futuro usando delle vernici o prodotti protettivi appositamente pensati per questo tipo di materiali, si possono trovare nei ferramenta, negozi di bricolage o ricercando online.

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie