Evita gli errori più comuni per ottenere il massimo risultato quando fai le pulizie di casa - Creativo.media
x
Evita gli errori più comuni per ottenere…
Bucato che non si asciuga mai: va bene aiutarsi con i termosifoni? Divertiti a creare col fai-da-te un colorato POP IT per combattere lo stress (+VIDEO)

Evita gli errori più comuni per ottenere il massimo risultato quando fai le pulizie di casa

18 Novembre 2021 • di Angelica Vianello
4.206
Advertisement

Difficile trovare qualcuno che davvero si diverta a fare le pulizie di casa: sono un'incombenza che, quanto più spesso ed efficientemente ce ne occupiamo, diventa al massimo un'abitudine, qualcosa che si fa perché non se ne può fare a meno e che non si rimanda mai perché quello significa sempre trovarsi a lavorare il doppio. Ma che fare quando, nonostante gli sforzi profusi diligentemente, i risultati non ci sembrino soddisfacenti? Bisogna magari cambiare metodo o scoprire se magari potremmo occuparci di qualche pulizia in modo più efficace.

Ci sono infatti una serie di errori che andrebbero evitati per ottenere risultati migliori, senza doversi sforzare ulteriormente. Ve ne riportiamo qualcuno tra i più comuni di seguito.

immagine: Creativo
  • Detersivi: assicuratevi di leggere sempre le istruzioni quando comprate prodotti nuovi, ma non fa male ogni tanto controllare anche con quelli più fidati, soprattutto se viene in mente di adoperarli su superfici diverse dal solito. Oltre magari a scoprire che non sono adatti in qualche caso o che, al contrario, potevamo usarli anche in altre circostanze, potremmo scoprire che le dosi da utilizzare o il metodo sono diversi. Ma soprattutto, ci possono evitare errori difficili da rimediare!
    Per quanto riguarda poi quelli multiuso: siamo grandi fautori delle soluzioni economiche e riutilizzabili, compresi i prodotti fai-da-te, che però spesso possono essere usati su una gamma di materiali specifica o per trattare solo alcuni tipi di sporcizia e non altri. L'aceto ad esempio sgrassa e deodora, ma sul legno o sul marmo non è quasi mai indicato, se non con le dovute accortezze. Quindi fate una serie di ricerche e prove su porzioni piccole dei diversi materiali più comuni in casa. Quando trovate i diversi prodotti (anche fai-da-te) che si addicono a ogni categoria di pulizie, teneteli pronti nelle varie stanze o etichettateli per non confonderli tra loro.
  • Guanti e protezioni: a parte forse il sapone di Marsiglia e poche altre sostanze, nei vari detergenti e saponi per la casa ci sono sempre componenti che possono irritare la pelle, gli occhi o le vie respiratorie in modo più o meno grave o rapido. Quindi assicuratevi sempre di usare guanti, e arieggiate le stanze soprattutto quando avete a che fare con le sostanze più pericolose.
  • Spruzzare i prodotti direttamente sulla superficie: non sempre è la cosa migliore da fare. Le superfici più delicate, infatti, vanno trattate con più cura, inumidendo un panno o spruzzando su una spugnetta, che poi strofinerete o tamponerete sulla parte da pulire.
  • Pulire i vetri quando ci batte il sole: non sempre possiamo scegliere il momento migliore per pulire i vetri delle finestre, ma farlo quando sono colpiti direttamente dai raggi del sole significa ritrovarsi aloni indesiderati, quasi certamente. Il calore infatti fa evaporare subito i prodotti che usiamo per pulire, prima che si possa usare un panno per sciacquare o per eliminare il prodotto in eccesso.
  • Panni e spugne: è importante che siano lavati dopo ogni uso o quanto più spesso possibile, in modo da eliminare le tracce di detersivi e sporcizia di cui si impregnano ogni volta, ed evitare anche che si formi muffa. Attenzione poi a quando, pur lavandoli, aloni o cattivi odori non spariscono: sarà il momento di sostituirli. 
    È anche importante ricordare che bisogna usare una spugna o un panno per ogni stanza, e nel caso di superfici particolarmente soggette a proliferazione di germi e batteri (come i sanitari del bagno, o i ripiani di lavoro della cucina), allora meglio destinare degli strumenti per ogni punto. 
  • Partite sempre dall'alto: in ogni stanza, occupatevi prima dei punti verso il soffitto (e quando avete tempo, anche il soffitto e le pareti stesse) e spolverate/pulite scendendo man mano verso il basso, così che la polvere e sporcizia man mano cadono e vengono pian piano rimosse senza tornare in circolo.
  • Spolverare: se non avete modo di tirar fuori l'aspirapolvere, almeno non usate i piumini. Panni catturapolvere o in microfibra funzionano un po' meglio, e riescono a portar via qualcosa invece che limitarsi a spostare la polvere da un'altra parte.
  • Lavatrice, lavastoviglie, asciugatrice e aspirapolvere: tutti gli elettrodomestici che ci aiutano a pulire devono essere puliti a loro volta. Non solo quindi, non vanno sovraccaricati, ma bisogna svuotare e pulire per bene i filtri e le parti che vengono a contatto con la sporcizia con buona regolarità, altrimenti non riusciranno a fare il loro dovere e saranno soggetti anche a danni sempre più costosi.

Sono indicazioni spesso intuitive, ma è sempre bene ricordarsene per far sì che i propri sforzi diano il risultato migliore possibile!

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie