Portaposate e scolaposate: scopri come pulire questi due utensili da cucina nel modo migliore - Creativo.media
x
Portaposate e scolaposate: scopri come…
Usa i sassi per creare simpaticissime decorazioni di Natale da usare come vuoi Composizioni di rami veri a Natale: scopri quali sono le piante più adatte per decorare durante le feste

Portaposate e scolaposate: scopri come pulire questi due utensili da cucina nel modo migliore

18 Dicembre 2021 • di Angelica Vianello
3.013
Advertisement

Il portaposate che ci aiuta a far ordine nel cassetto in cucina, ma anche lo scolaposate che teniamo accanto al lavandino, sono accessori che usiamo davvero tutti i giorni, ma non vengono inclusi con estrema regolarità nelle pulizie di routine, nella maggior parte dei casi. Eppure col passare del tempo anche questi oggetti diventano un ricettacolo di sporcizia, il che non è certo sano per tutti noi che abitiamo la casa.

Occuparsi della loro pulizia, però, non è difficile e anzi basta ricordarsene periodicamente per tenerli sempre in buone condizioni. Leggete oltre per scoprire come prendervene cura al meglio.


Il portaposate

Tenete a portata di mano:

  • Una bacinella o secchio ampio, ma anche una vasca del lavandino andrà bene
  • Aceto bianco
  • Detersivo per piatti
  • Spugnetta o panni per lavare
  • Uno strofinaccio pulito e asciutto
  • Una fodera per cassetti (anche quei fogli di carta appositi, o i tappetini antiscivolo se preferite)

Come procedere

  1. Svuotate il portaposate e fate cadere il grosso dello sporco (magari briciole) che conteneva
  2. Riempite la bacinella o la vasca del lavandino con acqua calda
  3. Versateci poche gocce di sapone per piatti e mescolate bene per creare un po' di schiuma
  4. Immergete il portaposate dentro l'acqua insaponata e impregnate della stessa acqua la spugna o panno con cui laverete tutto
  5. Strofinate tutto il portaposate, insistendo negli angoli più difficili in cui lo sporco si annida più facilmente
  6. Sciacquate e svuotate la vasca del lavandino
  7. Prendete lo straccio pulito e imbevetelo di aceto bianco, passandolo poi su tutti i punti del portaposate. Strofinate fino a che non è asciutto o lasciate asciugare sullo scolapiatti del lavandino. L'odore dell'aceto sparirà presto.

Una volta asciutto potrete sistemarlo di nuovo nel cassetto, dopo aver cambiato anche il foglio/tappetino con cui foderarne il fondo.

Scolaposate

immagine: pxhere.com

Di cosa avrete bisogno:

  • Aceto bianco
  • Carta assorbente da cucina (o anche dei panni in microfibra puliti)
  • Una spazzola per piatti
  • Un vecchio spazzolino

Come procedere:

  1. Se notate che ci sono seri depositi di calcare o persino muffa (nei casi peggiori sembra che ci siano depositi limacciosi), sciacquate prima sotto acqua corrente, lasciate scolare il grosso dell'acqua e poi impregnate la carta assorbente o il panno in microfibra con aceto, infilandoli dentro alle cavità dello scolaposate.
    Lasciate agire per mezzora o anche un'ora, poi eliminateli, strizzateli bene e nel caso della carta assorbente buttatela via; i panni invece andranno lavati ad alta temperatura per essere igienizzati e riutilizzati.
  2. Versate un cucchiaino o poco più di aceto in ogni cavità e strofinate l'interno con la spazzola per piatti o lo spazzolino.
  3. Sciacquate bene e lavate con sapone per piatti se volete, risciacquando ancora per bene e asciugando subito con carta o strofinacci puliti.

Potreste provare anche strofinando fette di limone sui depositi di calcare, qualora fossero gli unici da rimuovere.

Buon lavoro!

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie