x
Riduci i consumi quando usi la lavastoviglie…
Cura del giardino in inverno: scopri quali piante è bene potare nei mesi più freddi dell'anno Riciclare i pallet: le idee più belle per trasformarli in affascinanti mobili per arredare casa

Riduci i consumi quando usi la lavastoviglie evitando di attivare un programma superfluo

12 Gennaio 2022 • di Angelica Vianello
7.835
Advertisement

In casa una lavastoviglie è un grandissimo aiuto, soprattutto quando si cucina molto o sono molte le persone a vivere sotto allo stesso tetto. Rispetto all'alternativa del lavaggio a mano, l'impiego di questo elettrodomestico in genere assicura un risparmio sul consumo di acqua, anche se non può dirsi lo stesso della corrente.

C'è però una funzione usata nella maggior parte dei cicli di lavaggio che di fatto non è così indispensabile e anzi fa lavorare la macchina più a lungo, consumando acqua ed energia elettrica in più che si potrebbe evitare: si tratta del ciclo di asciugatura a caldo.


immagine: Pixabay

Il ciclo di asciugatura a caldo è quello in cui la lavastoviglie aziona un getto di aria ad alta temperatura sulle stoviglie per eliminare tutta l'umidità residua del lavaggio. È un modo per asciugare velocemente e far sì che quando apriamo l'apparecchio a fine lavaggio piatti, bicchieri e pentole siano perfettamente asciutti (e caldi!). 

Questo ciclo, però, ruba circa una mezzora di tempo in più dopo il lavaggio (a volte anche solo 15 minuti), con conseguente ulteriore consumo di energia non indispensabile per varie ragioni. Le stoviglie, infatti, sono già perfettamente pulite e igienizzate grazie alle temperature raggiunte dall'acqua e ai detersivi usati durante il lavaggio, e ci sono anche altri modi per far asciugare piatti e bicchieri senza dover tenere acceso l'apparecchio in quella fase finale.

  • Si può usare l'opzione di asciugatura "airdry", che usa aria a temperatura ambiente, senza doverla scaldare appositamente. È una funzione di molte lavastoviglie moderne, e pare che rispetto all'asciugatura a caldo usi il 15% di energia in meno.
  • Altrimenti, usando il brillantante per avere risultati migliori anche senza la fase di asciugatura a caldo, si può aprire lo sportello appena finisce il lavaggio, lasciando entrare l'aria esterna e lasciando scappare subito il vapore che si forma all'interno dell'apparecchio.

Di certo aiuta moltissimo, nel controllare i consumi, l'utilizzo di una lavastoviglie di classe energetica più alta (A o B), che riesce ad essere efficiente senza essere troppo energivora anche nei cicli di lavaggio normali. Sono tutte piccole accortezze che possono poi fare la differenza a fine mese!

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie