Corallo: i consigli più utili per pulirlo e custodirlo nel modo giusto - Creativo.media
x
Corallo: i consigli più utili per pulirlo…
Yoga contro le rughe? Elimina i segni del tempo dal viso con semplici esercizi per i muscoli della faccia 11 fantastici progetti per decorare casa riciclando le vecchie lenzuola

Corallo: i consigli più utili per pulirlo e custodirlo nel modo giusto

27 Gennaio 2022 • di Angelica Vianello
1.891
Advertisement

Gioielli e sculture in corallo sono sempre più una rarità: un tempo raccolto senza alcuna moderazione dai fondali marini, oggi si tratta di animali protetti nella maggior parte del mondo e questo, complice anche il cambiare dei gusti in fatto di gioielleria e design, ha fatto sì che i prodotti di corallo lavorato siano ormai abbastanza rari. Perciò chiunque abbia in casa qualche oggetto realizzato con questo materiale pregiato se ne prenderà cura in modo speciale, sia a livello di pulizia che di custodia.

Anche i prodotti che non sono stati trattati in modo particolare, data la porosità di questo materiale, sono inclini a rovinarsi con graffi o abrasioni leggere. Inoltre, il corallo viene danneggiato da sostanze quali cloro, alcol, ammoniaca, solvente per unghie e altri composti chimici che spesso si usano nelle pulizie in casa. Allora, come pulirlo e curarlo? Leggete oltre per saperne di più.


immagine: Pixabay
  • Ogni volta che vi lavate le mani, applicate cosmetici, spalmate creme sulla pelle o spruzzate del profumo sul corpo, non dovreste mai avere indosso i gioielli di corallo. Questi, quindi, vanno indossati dopo aver completato qualsiasi rituale di bellezza, e comunque sempre tolti quando ci si reca al bagno per sciacquarsi le mani anche dopo un pranzo o una cena.
  • Si consiglia anche di non indossarlo in giornate molto umide o quando c'è il rischio di sudare molto.
  • Gli oggetti di corallo vanno custoditi in sacchetti di stoffa, magari anche imbottiti o di velluto un po' resistente, in modo da non rovinarsi a contatto con altri materiali né rischiare di graffiare le altre superfici.

Pulizia del corallo

Il corallo non dovrebbe mai essere immerso in acqua, né sottoposto alla pulizia a ultrasuoni o pulito con le soluzioni o creme per pulire metalli preziosi e gioielli.

  • Se è coperto di polvere, usate un pulitore ad aria compressa (ci sono anche quelli molto maneggevoli che si usano per computer e ventole di aerazione, nei negozi di forniture per ufficio)
  • Se dovete pulire, usate un panno molto morbido e pulito (microfibra, lana), strofinando con delicatezza. Se necessario potete risciacquare con un po' di acqua e una goccia di sapone, ma preoccupandovi di asciugarlo perfettamente subito dopo, senza lasciarlo umido a lungo. 
    È possibile anche usare, per la pulizia, un panno morbido appena inumidito (non bagnato) da strofinare con delicatezza, seguito poi sempre da un'asciugatura manuale con un altro panno pulito.

Esistono poi vari aneddoti sulla lucidatura del corallo in casa, ma molti possono in realtà danneggiare la superficie morbida e porosa degli oggetti, che quindi andrebbero portati da un esperto.

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie