Piumoni e trapunte da lavare? Scopri come farlo facilmente in casa - Creativo.media
x
Piumoni e trapunte da lavare? Scopri…
11 trovate piene di inventiva per arredare riciclando le stampelle di legno Treccia a corda: gli step semplicissimi per farla velocemente e senza che si allenti

Piumoni e trapunte da lavare? Scopri come farlo facilmente in casa

30 Gennaio 2022 • di Angelica Vianello
2.410
Advertisement

Ogni anno durante le stagioni più fredde rendiamo i nostri letti caldi e confortevoli grazie a trapunte e piumoni, di quelli sintetici o in piuma, che appoggiamo sopra alle lenzuola o infiliamo nei sacchi letto. Sebbene quindi non siano esattamente a diretto contatto con il nostro corpo, comunque si sporcano di sudore, capelli, magari anche polvere o altro proprio e devono dunque essere lavati per assicurare la corretta igiene.

Si tratta però di oggetti abbastanza ingombranti, e per lavarli bene è bene ricorrere ai metodi giusti. Leggete oltre per saperne di più.


immagine: Creativo

Quanto spesso vanno lavati i piumoni? Dipende in realtà da quanto li usiamo e come. In ogni caso, non meno di due volte all'anno, prima e dopo la stagione in cui li usiamo. Se però magari facciamo salire cani e gatti sul letto, oppure se ci capita di sudare molto per qualche notte di seguito, o in ogni caso quando si soffre di allergie ad acari della polvere e simili, allora è bene anche lavarli una volta al mese.

Come pulire i piumoni:

  1. Sbatteteli per bene, anche con un battipanni in modo da scrollare di dosso la gran parte dello sporco e teneteli anche al sole e all'aria nelle giornate di bel tempo.
  2. Passate poi l'aspirapolvere per rimuovere più a fondo la sporcizia, avendo cura che la bocca dell'aspirapolvere sia ben pulita. Se volete, prima di aspirare, potete cospargere tutta la trapunta di bicarbonato, e lasciar agire per 10-20 minuti.
  3. Controllate per bene che tutte le cuciture e le varie parti siano integre, per evitare che l'imbottitura rischi di spostarsi troppo o perdersi durante il lavaggio.
  4. Considerate sempre le dimensioni della trapunta: riempirà il cestello della lavatrice, ma se dovete fare troppo sforzo per farcela entrare il lavaggio avrà poca efficacia e sovraccaricherà l'apparecchio. Quindi se la lavatrice è troppo piccola, meglio portare i piumoni in una lavanderia. Oppure potreste provare (ma è decisamente faticoso) a lavarli nella vasca da bagno o in una grande bacinella,immergendole in acqua calda in cui avrete versato un detergente per delicati (meglio se anche antibatterico) o sapone di Marsiglia - e potete anche aggiungere un bicchiere di aceto bianco o di acqua ossigenata, oppure candeggina delicata (quella per i colorati). Il lato negativo di questo approccio è che ci vuole molto più tempo e il risultato non è altrettanto soddisfacente, soprattutto quando si tratta di sciacquare per bene e strizzare via l'acqua in eccesso.
  5. Scegliete il programma di lavaggio per piumoni, e in ogni caso controllate le indicazioni di produzione soprattutto quanto alle temperature da usare.
  6. Le trapunte a volte hanno il problema di riempirsi di acqua e spostare l'imbottitura al loro interno, che si raggruppa in un solo punto di tutto il piumone. Per facilitare una distribuzione omogenea dell'imbottitura potete aggiungere 3 o meglio 5 palline da tennis nel cestello. In alternativa, esistono delle palline pensate proprio per questo uso da acquistare nei negozi di detersivi.
  7. Potete aggiungere mezzo bicchiere (o uno intero, per le coperte più grandi) di aceto bianco nel cestello dei detersivi per igienizzare meglio il capo.
  8. Se il piumone aveva macchie e aloni giallastri potete usare bicarbonato con succo di limone o acqua ossigenata, mescolati insieme e strofinati sulle macchie con una spazzola; potete anche pretrattare anche solo con acqua ossigenata, oppure diluendo un cucchiaino di candeggina in un litro di acqua, e versandolo sulla coperta, lasciando agire per 15 minuti prima di passare al lavaggio.
  9. Se volete usare l'asciugatrice, impostate programmi con temperature medie e non alte, e non troppo lunghi. Anche qui potete aggiungere due o tre palline da tennis. Se invece stendete all'aria, meglio farlo di piatto sullo stendibiancheria, in modo da non far spostare troppo l'imbottitura quando è bagnata e più pesante. Potete ultimare l'asciugatura al sole se il tempo lo permette.
  10. Per rendere più piacevole l'uso del piumone, poi, potete spruzzare un deodorante per tessuti fai-da-te quando lo stendete o dopo averlo asciugato, a base di acqua distillata (250 ml), aceto bianco distillato oppure vodka pura oppure alcol denaturato al 95% (120 ml)e 15 gocce di olio essenziale (meglio se lavanda, tea tree o eucalipto).

I piumoni saranno così sempre igienizzati e piacevolmente profumati!

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie