Piatti ancora umidi a fine lavaggio? Scopri il trucco facilissimo da usare per la lavastoviglie

Angelica Vianello image
di Angelica Vianello

06 Febbraio 2022

Piatti ancora umidi a fine lavaggio? Scopri il trucco facilissimo da usare per la lavastoviglie
Advertisement

Quante volte vi capita di aprire la lavastoviglie dopo che ha finito il suo ciclo di lavaggio e trovate che piatti, pentole e bicchieri sono ancora umidi o bagnati? Ci possono essere varie ragioni dietro a questo fenomeno, e non è detto che si tratti di un malfunzionamento. 

Ci sono anche vari modi per ovviare al problema, e uno di questi è assolutamente veloce e facile: serve solo un asciugamano, o anche uno strofinaccio (preferibilmente pulito). Scoprite come usare questo vecchio rimedio della nonna, e qualche altro consiglio utile per evitare di avere le stoviglie bagnate a fine lavaggio.

Advertisement

Si tratta davvero di una mossa semplicissima: quando la lavastoviglie finisce il suo ciclo di lavaggio del tutto, se non avete tempo per svuotarla subito, prendete un qualsiasi asciugamano pulito, o anche uno strofinaccio da cucina pulito, e mettetelo dentro allo sportello. Dovrete poggiarlo in maniera che un piccolo lembo esce all'esterno, e la gran parte della stoffa cade sul lato interno dello sportello, che richiuderete molto delicatamente.

In questo modo tutto il vapore caldo che si genera alla fine del lavaggio non rimane intrappolato ma viene assorbito dalla stoffa asciutta che avete posizionato. Un altro modo è quello di infilare qualche oggetto (c'è chi usa un mestolo di legno) che impedisce allo sportello di chiudersi del tutto, lasciando un'affilatura di aria sufficiente a far scappare il vapore, che si muove naturalmente verso l'alto.

Si tratta infatti proprio di dover contrastare la condensazione del vapore acqueo, cosa per cui in genere basterebbe aprire lo sportello, ma se non volete tenere la lavastoviglie aperta a lungo e non potete svuotarla subito, allora questi metodi tornano utili.

Altri trucchi utili per evitare questo problema:

  • Quando caricate la lavastoviglie, assicuratevi che i piatti non si tocchino tra loro;
  • Se preferite, aiutatevi col brillantante.
  • Cercate di non lavare oggetti di plastica: i vari tipi di plastica non conducono il calore nello stesso modo della ceramica, vetro o metallo.
    Questo significa che l'acqua usata per pulire le cose di plastica finisce per avere una temperatura minore di quella usata per le altre, e quanto più l'acqua si raffredda tanto più difficilmente evapora, ecco perché i contenitori per alimenti, in genere, rimangono più umidi.
  • Potrebbe essere utile (se proprio non vi piacciono le goccioline di acqua a fine ciclo), evitare di lavare i piatti a mano prima di infilarli in lavastoviglie. Se infatti avete un apparecchio smart, questo userà sensori per capire quanto sono sporchi i vari oggetti all'interno e così regolarsi al meglio per la loro pulizia. Se i piatti gli appaiono abbastanza puliti, userà acqua meno calda, che quindi evaporerà più difficilmente. Questo, d'altro canto, significa consumare meno energia.

Se anche con queste dritte il problema persiste, sarà bene far controllare l'elettrodomestico da un esperto!

Advertisement