x
Conosci tutti i trucchi fai-da-te per…
Ne hai abbastanza del disordine nel guardaroba? Fatti aiutare dai divisori adatti per te A Pasqua decora la casa con soffici e colorati ornamenti fatti con i pompon

Conosci tutti i trucchi fai-da-te per pulire gli oggetti di uso quotidiano in cucina?

25 Marzo 2022 • di Angelica Vianello
1.540
Advertisement

Ci sono accessori e utensili che usiamo proprio tutti i giorni in cucina per preparare i nostri pasti, e inevitabilmente finiscono per sporcarsi. Non sempre possiamo intervenire subito nel pulirli, oppure si sporcano in modo tale da essere difficili da lavare.

A seconda del tipo di oggetto, però, ci si può aiutare con una serie di metodi diversi i quali fanno tesoro di quegli ingredienti e prodotti che è sempre bene tenere in casa, come aceto, bicarbonato, acqua ossigenata e non solo. Scoprite allora come intervenire con metodi casalinghi per pulire senza stress teglie, microonde, strofinacci e altri oggetti di uso comune in cucina.


Strofinacci

immagine: Creativo

Aiutatevi con il sapone di Marsiglia e abbinatelo alternativamente a

  • Detersivo per piatti e soda da bucato: sciogliete due cucchiai di sapone di Marsiglia in acqua bollente in una pentola capiente e poi aggiungete un cucchiaio di soda da bucato e un cucchiaino di detersivo per piatti. Mescolate e immergete gli strofinacci, lasciandoli finché la pentola non si raffredda. Poi sciacquate normalmente.
  • Aceto: come sopra, usando però mezzo bicchiere di aceto insieme al sapone di Marsiglia. Una volta infilati gli strofinacci, lasciateli sobbollire a fuoco lento per 15/20 minuti. Aspettate che il tutto si raffreddi e poi sciacquate.

Teglie e leccarde da forno

immagine: Creativo

Togliete il grosso dello sporco con un tovagliolo di carta, poi riempite la vasca del lavandino di acqua bollente, versateci 150 grammi di bicarbonato di sodio e immergete la teglia lasciandola. Lasciate passare un'ora in mood che e incrostazioni si ammorbidiscano e rimuovetele poi con una spugnetta.

In alternativa al bicarbonato, potete riempire la vasca del lavandino (o anche una bacinella sufficientemente ampia) con acqua bollente e una tazza di aceto bianco.

Ancora, potete creare una pasta leggermente abrasiva con 60 grammi di bicarbonato e acqua ossigenata.

Advertisement

Deodorare la pattumiera

immagine: Creativo

Dopo aver lavato la pattumiera, e se avete un balcone o giardino meglio farlo con un tubo con buona pressione usando poi sgrassatori o prodotti fai-da-te con aceto o acqua ossigenata, potete combattere i cattivi odori in vari modi:

  • Giornali quotidiani: la carta dei quotidiani è in grado di assorbire odori e umidità, e si può usare sul fondo della pattumiera, cambiandola di frequente (andrà smaltita con l'organico).
  • Bicarbonato o fondi di caffè asciutti: cospargeteli sul fondo, o anche in mezzo ai rifiuti organici per limitare i cattivi odori che possono emanare.
  • Aceto: mescolatelo con acqua in parti uguali e spruzzatelo dentro al bidone. Aspettate un po' che si asciughi prima di foderare con la busta o riempirlo di rifiuti.
  • Acido citrico: discioglietene qualche cucchiaio in un flacone spray pieno di acqua e usatelo nello stesso modo. Ha un odore più gradevole.
  • Garden lime: si tratta di carbonato di calcio, una polvere usata per acidificare il terreno e venduta in grandi sacchi per l'uso all'aperto. Se ne fate uso, potete cospargerne un po' sul fondo del bidone della spazzatura, usando guanti.

Portello della lavastoviglie, lavatrice o frigoriferi

immagine: Creativo

Se i portelli di questi elettrodomestici si sporcano, lavateli usando un panno morbido inumidito con una soluzione di acqua e aceto (una parte di aceto e due di acqua) oppure acqua e succo di limone (nelle stesse proporzioni). Fatelo però solo quando sono sporchi o notate comunque delle macchie o cattivi odori: usare troppo spesso prodotti acidi sulle guarnizioni di gomma può finire per rovinarle.

Microonde

immagine: Creativo

Proprio come il forno della cucina, anche il microonde finisce per sporcarsi con schizzi di cibo e tutte gli aloni unti provocati dai vapori di cottura. E più si rimanda la pulizia più quelli si cuociono col calore diventando difficili da rimuovere.

Per sciogliere lo sporco dalle pareti potete usare il metodo della ciotolina: scegliete una ciotolina (o tazza) che sia adatta alla cottura in micronde e riempitela alternativamente di

  • Succo di limone (con anche le fette/limoni spremuti)
  • Aceto bianco

Attivate la cottura alla massima temperatura per un paio di minuti, aspettate una decina di minuti almeno e poi, indossando comunque guanti per evitare di scottarvi, strofinate via lo sporco con una spugnetta o panno morbido. 

Buon lavoro!

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie