Quali sono i dispositivi che non dovresti mai collegare a una multipresa? - Creativo.media
x
Quali sono i dispositivi che non dovresti…
Albero di giada: scopri come riprodurre la Hai poco tempo da dedicare alle piante? Scopri quali puoi una volta a settimana, o meno

Quali sono i dispositivi che non dovresti mai collegare a una multipresa?

02 Aprile 2022 • di Angelica Vianello
6.400
Advertisement

Usiamo le multiprese elettriche, comunemente chiamate ciabatte, in tantissimi casi: è raro, infatti, disporre di un sistema elettrico che sia pieno di prese a muro in ogni punto strategico e utile delle varie stanze, e il modo più economico ed efficiente di sopperire e usare prolunghe con la multipresa alla quale collegare più dispositivi.

È importante, però, fare attenzione a quanti e quali apparecchi colleghiamo a questi accessori. Non si possono usare per qualsiasi dispositivo o elettrodomestico, visto che alcuni consumano molta più energia di altri e quindi un uso sbagliato della ciabatta può arrivare ad avere conseguenze indesiderate e in certi casi anche gravi.


immagine: piqsels.com

Cosa può succedere? Il minore dei mali, nonché l'evenienza più comune, è un cortocircuito che magari fa saltare la corrente nel sistema  (o nella porzione di sistema) elettrico cui era collegata la ciabatta stessa. Ma quando i cavi elettrici si surriscaldano si può anche arrivare a provocare un incendio.

Ci sono quindi una serie di consigli da considerare quando si usano le multiprese.

  • Non superate il massimo di prese che possono essere ospitate dalla ciabatta. A volte si usano anche gli adattatori che permettono di collegare più dispositivi in una sola presa, ma non vanno mai aggiunti a una ciabatta.
  • Non superate mai il massimo di voltaggio che quella multipresa può gestire: in genere per evitare di farlo basta accendere solo uno o due dei dispositivi collegati alla multipresa al contempo. E al contrario, accendere 3 o più apparecchi collegati alla stessa ciabatta molto probabilmente fa superare il limite.
    In genere, il limite massimo si aggira sui 250V/2500W ma è sempre bene controllare le specifiche (magari anche annotarlo su un'etichetta) e ricordarsi anche il consumo raggiunto dai diversi dispositivi collegati.
  • Tenete sempre il microonde e altri elettrodomestici molto energivori in una presa a parte, per conto loro. A volte il microonde che usi funzioni particolari (il grill, per esempio) supera la lavatrice durante un lavaggio a basso consumo.
  • Tostiere e macchina del caffè: spesso nelle indicazioni dei produttori di queste categorie di elettrodomestici è indicato proprio che è preferibile siano collegati a prese singole di corrente. Questo perché possono surriscaldarsi più facilmente di altri apparecchi durante il funzionamento, specie se congiunto.
  • Frigorifero e freezer: sono attivi in continuazione, quindi meglio che ciascuno abbia la sua presa dedicata e che non siano collegati insieme a una multipresa! Se proprio dovesse essere necessario, assicuratevi di investire in una ciabatta adatta a gestire questo tipo di consumi.
    Usate anche dispositivi che proteggano il sistema elettrico da sovraccarichi o cortocircuiti.
  • Stufette e condizionatori: anche questi sono tra i più rischiosi da collegare a multiprese, sia tra loro che combinati ad altri dispositivi. Spesso hanno cicli di funzionamento a intensità diverse, perché mirano a raggiungere e poi mantenere una certa temperatura ambientale, quindi il consumo di energia varia e può capitare che generino sovraccarichi.

Insomma, si consiglia in genere di usare le multiprese per i dispositivi più piccoli e che si usano solo saltuariamente, come alimentatori, lampade, abat-jour e simili!

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie