Vestiti neri scoloriti? Scopri come ravvivarli con un rimedio naturale - Creativo.media
x
Vestiti neri scoloriti? Scopri come…
IKEA e pallet: la combinazione vincente per arredare in modo personalizzato ed economico Stop ai grovigli di cavi in vista: trova la soluzione più comoda per nasconderli in ogni stanza di casa

Vestiti neri scoloriti? Scopri come ravvivarli con un rimedio naturale

16 Maggio 2022 • di Angelica Vianello
1.368
Advertisement

Un vestito, dei pantaloni, la maglietta fidata: anche chi ama un guardaroba variopinto avrà comunque almeno un indumento nero di quelli che fanno da jolly e risolvono un sacco di indecisioni. Quanto più spesso indossiamo i nostri capi preferiti, però, e tanto più velocemente si usureranno: oltre a danni strutturali (si scuce qualcosa, si consumano in certi punti, si coprono di pelucchi e piling), sono soggetti anche a scolorire.

Quando un capo nero, grigio o marrone scuro comincia a mostrare aloni più chiari e perde la brillantezza del colore originale comincia ad essere relegato ad occasioni sempre meno importanti fino a diventare magari un vestito per casa. Ma se, a parte il colore, è ancora in buone condizioni, si potrebbe provare a recuperarlo tingendolo. E oltre ai prodotti commerciali sintetici c'è anche qualche metodo naturale da provare. 


Si possono infatti usare anche ingredienti naturali come il mallo di noce nera e il caffè tostato, purché il tessuto da lavare sia di fibra organica e non sintetico. Prima di procedere a qualsiasi procedura di tintura però (e questo vale anche con i prodotti acquistati), bisogna lavare per bene i capi. 

Nel caso della tintura con elementi naturali come quella che vi riportiamo di seguito, inoltre, si consiglia anche di fare la cosiddetta mordenzatura con aceto, ovvero un passaggio che aiuta a fissare il colore contenuto in foglie, fiori, spezie o materiali vegetali in genere.

  1. Riempite quindi una bacinella con una parte di aceto e quattro di acqua
  2. Immergete i capi puliti e lasciateli in ammollo per un'ora o più
  3. Sciacquate per bene con acqua fredda

Per la tintura avrete bisogno di

  • 60 grammi di mallo di noce nera triturato o in polvere (in mancanza, potete provare con quello liquido, ma in genere si consiglia in forma solida)
  • 40 grammi di caffè tostato macinato (non i fondi)
  • un sacchetto di garza (cheesecloth), ma anche una garza grande e poi piegata e annodata va bene
  • un barattolo con coperchio grande abbastanza da contenere il capo
  • acqua distillata

Il procedimento

  1. Riempite il sacchetto di garza con il mallo e il caffè
  2. Mettete un po' di acqua distillata nel barattolo (riempite per un terzo circa)
  3. Aggiungete il sacchetto con mallo e caffè
  4. Dopo 10 minuti aggiungete il capo nel barattolo, e versate acqua fino a che il tessuto è tutto sommerso
  5. Muovete il capo per far salire in superficie tutte le bolle di acqua
  6. Chiudete il barattolo e agitatelo per distribuire il colore
  7. Mettete il barattolo al sole per qualche giorno, agitando il tutto periodicamente.
  8. Dopo 4 o 5 giorni estraete il capo, strizzate appena e appendetelo sopra alla vasca o una bacinella.
  9. Sciacquate un po' con acqua fredda (non troppo), e strizzate pochissimo per togliere il grosso dell'acqua
  10. Lasciate asciugare naturalmente.

Usando questo metodo noterete che asciugandosi il capo comunque schiarisce appena, e se voleste provare a intensificare il colore potete ripetere il procedimento una seconda volta.

Conoscete altri metodi naturali per tingere i tessuti?

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie