x
Grigliate a volontà, ma poi come pulire…
Prepara il giardino all'estate con fiori strepitosi dai colori vivaci! Tappi di sughero: tante idee creative per riciclarli in maniera utile e originale

Grigliate a volontà, ma poi come pulire il barbecue? Scopri qualche metodo facile ed efficace

04 Giugno 2022 • di Angelica Vianello
1.226
Advertisement

Per quanto sia piacevole condividere un pasto con amici e parenti riuniti attorno al barbecue, e magari c'è anche chi si diverte a cuocere alla griglia, non è mai altrettanto gradevole dover pulire le griglie che si sono ricoperte di grasso e rimasugli di cibo carbonizzato. Se però si fanno barbecue molto spesso, è sempre preferibile occuparsene non appena possibile, dopo la grigliata di turno, così che tutta la postazione sia pronta per la prossima brace in compagnia.

Come fare per pulire al meglio le griglie del barbecue? Leggete oltre per scoprire i metodi più efficaci.


immagine: pxhere.com

Se state tirando fuori il barbecue dopo un lungo periodo di mancato utilizzo, potrebbe avere polvere e ragnatele: con uno straccio togliete il grosso e poi basterà accendere il fuoco come di consueto per finire di eliminare qualsiasi residuo.

Se invece quello che dovete eliminare sono i rimasugli di cibo e grasso, magari anche carbonizzati e incrostati sulla griglia potete agire in due modi: quando avete finito di cuocere tutte le pietanze, continuate comunque ad alimentare il fuoco al di sotto in modo che non ci siano solo braci incandescenti ma proprio una fiamma. Quanto più le fiamme lambiscono le parti della griglia sporche, tanto più elimineranno lo sporco grasso e unto. A quel punto, se la griglia è di ghisa o di un metallo molto spesso e resistente, potete usare delle spazzole di metallo non appena il fuoco si spegne e la griglia è ancora calda, per strofinare via tutte le incrostazioni. Poi dovrete lasciare raffreddare.

Se invece vi ritrovate con griglie che sono fredde ma ancora sporche di grasso e unto dalla cottura precedente, allora potreste considerare di accendere il fuoco e lavorare con la spazzola di metallo come indicato prima, oppure passare direttamente ai metodi indicati di seguito.

  • Se il barbecue ha il coperchio, quando le braci non sono più ardenti e non c'è alcuna fiamma, prendete dei fogli di giornale e copriteci le griglie, poi spruzzate dell'acqua su di esse e chiudete subito col coperchio in modo da imprigionare il vapore prodotto. Lasciate agire il vapore per 30 minuti circa, poi aprite e il grasso sarà sparito (o eliminato in buona parte). Potrete quindi usare altro giornale per strofinare (indossate sempre guanti se le griglie sono ancora tiepide) oppure la spazzola di metallo.
  • In ogni caso potete usare una spazzola di metallo oppure carta stagnola appallottolata: funziona sempre meglio quando c'è ancora un minimo di calore, ma trattandosi di un'azione meccanica darà risultati anche sulle griglie tiepide.
  • C'è anche chi, sulle griglie ancora calde, strofina una mezza cipolla oppure una mezza patata, come fossero delle spugnette abrasive. Attenzione a non scottarvi, usate sempre guanti.
  • Sempre sulle griglie ancora calde si può versare una spruzzata di birra (che sicuramente sarà nei paraggi, durante un BBQ), per poi strofinare con spazzola di metallo o carta stagnola.
  • Aceto bianco: riempite metà di un flacone spray con l'aceto e rabboccate il resto con acqua, agitate e spruzzate sulle griglie fredde abbondantemente. Dopo qualche minuto potrete passare con spugnette o panni leggermente abrasivi per rimuovere lo sporco.

In ogni caso, coprite le griglie quando non sono in uso,, anche durante l'estate: le intemperie e poi la polvere vi faranno faticare il doppio per mantenerle in buono stato.

Qual è il vostro metodo preferito per pulire le griglie del barbecue?

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie