Ghiaia, sassi e pietrisco: falli diventare il punto forte del tuo giardino con eleganti soluzioni di design - Creativo.media
x
Ghiaia, sassi e pietrisco: falli diventare…
Usa le piante in casa per allestire degli incantevoli angoli verdi Il guardaroba è un caos di vestiti ammucchiati? Prova a far ordine con il metodo in 4 step di TikTok

Ghiaia, sassi e pietrisco: falli diventare il punto forte del tuo giardino con eleganti soluzioni di design

24 Giugno 2022 • di Angelica Vianello
2.939
Advertisement

Un tempo tantissimi giardini ospitavano aree rivestite di ghiaia e pietrisco di vario genere: erano soluzioni comode, alternative eleganti alla semplice terra battuta e meno costose dei lastricati. E ancora oggi come allora sanno conferire un fascino classico indubbio. Ma non solo: quando si usano pietre dalle forme o colori meno tradizionali, soprattutto combinate con soluzioni dal design contemporaneo, acquisiscono un carattere moderno e sofisticato davvero irresistibile.

Si possono usare i vari tipi di sassi e ciottoli per bordure, per delineare aree del giardino da vivere in modi diversi o anche solo a scopo puramente decorativo. Date un'occhiata alle proposte di seguito per scoprire come inserire ghiaia e sassi nell'architettura dei vostri giardini.

 


Ciottoli grigi e tondi, quelli di fiume, per una bordura che separa il prato dalla recinzione: è un modo per decorare, aggiungendo una striscia di colore a contrasto che arricchisce il paesaggio. Ma è anche comodo per evitare di calpestare il prato se non si vuole rovinare il tappeto erboso, nonché per evitare di dover arrivare a filo con la recinzione al momento di rasare l'erba.

La stessa cosa può tornare utile anche nello spazio tra aiuole e prato, o viali. È un dettaglio in più che rifinisce l'aspetto di tutto il giardino.

Advertisement

C'è poi la possibilità di usare pietrisco di vario genere come pacciamatura. Nelle aiuole in cui ci sono poche piante succulente e magari massi di pietra, sono una soluzione molto elegante per creare un affascinante contrasto cromatico.

Si possono anche combinare pietre di più tipi e soprattutto di grandezze diverse, e giocare così con le forme come fosse un mosaico naturale.

Usarli come rivestimento del terreno attorno alle piante succulente è la scelta più indicata per le aiuole che ravvivano spazi pavimentati in legno o cemento, dunque quelli con un design più contemporaneo.

La ghiaia poi è sempre un'ottima scelta nei vialetti che corrono in mezzo al verde, magari inframmezzata da lastre su cui camminare più comodamente. Ha un aspetto più naturale e che si integra meglio con i prati circostanti rispetto a strisce di asfalto o cemento.

E anche quando copre aree più ampie, per evitare di dover camminare sul pietrisco, si può sempre ricorrere ai passi giapponesi di ogni forma e materiale.

Creano un effetto incredibile anche i sassi che sembrano tutti delle stesse dimensioni, omogenei anche per colore: perfetti nei contesti indicati già sopra, quelli con pinte succulente, all'insegna dello xeriscaping.

Nulla vieta, però, di usare questo tipo di pacciamatura anche nelle aiuole: è anzi molto decorativa, e funziona sempre per trattenere l'umidità nel terreno più a lungo.

I sassi bianchi sono tra i più amati nel design moderno dei giardini.

Avete impiegato ghiaia o sassi nell'architettura dei vostri spazi verdi?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie