x
Bigiotteria e gioielli ossidati o opachi:…
10 strepitosi oggetti di design che riescono a sorprendere per creatività e genialità A cosa serve? 11 dettagli utili e spesso trascurati nel design di oggetti di uso comune

Bigiotteria e gioielli ossidati o opachi: scopri i metodi per pulirli e farli tornare a brillare

06 Agosto 2022 • di Angelica Vianello
1.813
Advertisement

Bracciali, orecchini, anelli, cavigliere, collane: amiamo tutti completare il nostro look con gioielli e accessori di ogni tipo, alcuni che non ci lasciano praticamente mai e altri che tiriamo fuori dai portagioie solo in certe occasioni o periodi dell'anno. A furia di indossarli, però, tutti i vari tipi di metallo, da quelli più pregiati ai più economici, finiscono per opacizzarsi, talvolta persino macchiarsi in modo vistoso.

I  metalli preziosi meritano cure adeguate, ma nel caso di oggetti più alla buona, magari quelli di leghe di minor pregio, è più che sufficiente far ricorso a qualche metodo fai-da-te per pulirli e farli tornare a brillare in modo semplice. Leggete oltre per saperne di più.


  • Spazzolino e dentifricio: inumidite le setole di un vecchio spazzolino e metteteci sopra una punta di dentifricio. Strofinate su una porzione molto piccola e poco visibile, e controllate l'effetto. È un metodo di solito sicuro sulla maggior parte dei metalli, ma è sempre bene controllare prima se per caso sia troppo "aggressivo". Potrete poi sciacquare velocemente il pezzo e asciugarlo subito con un panno morbido asciutto.
  • Spazzolino e sapone per mani delicato: si procede in modo simile, con pochissimo sapone e una goccia d'acqua per emulsionare bene. Abbiate sempre l'accortezza, come con qualsiasi metodo fai-da-te, di testarlo prima su un punto poco visibile del gioiello da pulire.
  • Sapone per piatti delicato: se è un prodotto bio e delicato, potete usarlo al posto di quello per le mani, specie se c'era da rimuovere una patina di sporco più grasso, come a volte capita sugli oggetti che rimangono a contatto con la pelle e il sudore.
  • Aceto bianco: mescolatene due cucchiai in una ciotolina di acqua calda, immergete i pezzi da lavare per 10 minuti, poi usate uno spazzolino per strofinare delicatamente la superficie e asciugate per bene con un panno morbido.
  • Succo di limone: si usa in modo simile all'aceto, mescolandolo però con acqua in parti uguali. Non superate mai i 10 minuti di ammollo.

 

immagine: alexsdad87/Reddit

Nel caso di metalli preziosi, specie se acquistati presso specifici punti vendita di gioiellerie famose, controllate sempre se il servizio clienti prevede la possibilità di pulire gratuitamente i loro pezzi (alcuni grandi marchi lo fanno).

In ogni caso, a volte si ottengono ottimi risultati semplicemente strofinando il metallo a lungo con i panni morbidi che si usano specificamente per l'argenteria. In alternativa, preferite comunque i panni morbidi in microfibra, come quelli che spesso accompagnano gioielli o anche occhiali da sole e da vista.

Qual è il vostro metodo preferito per prendervi cura di gioielli e bigiotteria?

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie