Bistecchiere di ghisa: scopri come pulirle perfettamente e far sparire tutti i residui

Angelica Vianello

02 Settembre 2022

Bistecchiere di ghisa: scopri come pulirle perfettamente e far sparire tutti i residui
Advertisement

Ci sono pietanze che, per essere gustate al meglio, meritano un metodo di cottura particolare: è il caso delle carni, pesci e verdure grigliate, quelle per cui, in mancanza di una griglia con fuoco all'aperto, cuociamo con l'aiuto delle bistecchiere.

Nella maggior parte dei casi questi accessori da cucina sono fatti di ghisa: un metallo spesso e pesante, che mantiene il calore a lungo e soprattutto ben diffuso su tutta la superficie, così da assicurare una cottura che solo a pensarci fa venire l'acquolina in bocca! Ecco allora che gli amanti dei piatti alla griglia di certo ricorreranno spesso a questo metodo di cottura, facendo sfrigolare sulla bistecchiera, quella padella "rigata" che tutti conosciamo, i loro alimenti preferiti. Ma che fare poi appena togliamo la carne o gli altri cibi, e la bistecchiera rimane incrostata di residui di cibo?

Advertisement

Winery-OG/Reddit

Ci sono innanzitutto alcune norme di cottura che funzionano come misure preventive per evitare che, al momento di pulire, ci sia da affrontare incrostazioni troppo difficili: 

  • preriscaldate la padella per almeno 7-8 minuti, a fuoco medio, in modo che il calore si diffonda in ogni punto e non ci siano zone più fredde dove il cibo si cuoce peggio o più lentamente.
    In particolare, con la carne, meglio scaldare prima ma poi, subito dopo che il cibo ha cominciato a rilasciare i suoi succhi (che formano la crosticina sull'esterno), abbassate il fuoco in modo da continuare a cuocere per bene anche l'interno (di più o di meno, a piacere);
  • limitate (se possibile evitate) l'uso di salse sui cibi in cottura, specie se contengono zucchero: quando caramellizza diventa davvero difficile da rimuovere. 

Pulizia: acqua, ma non solo

Pulizia: acqua, ma non solo

Commons Wikimedia

  • Il metodo migliore per pulire una bistecchiera è quello tempestivo a base di semplice acqua: appena finito di cuocere, aspettate appena che la piastra sia un po' meno bollente, ma non troppo. Passatela quindi sotto all'acqua (meglio se tiepida) corrente finché è calda, così da avere una sorta di pulizia a vapore. Lasciate poi dell'acqua molto calda dentro alla padella che non si, e quella da sola scioglierà grasso e i residui.
  • Se è necessario strofinare via lo sporco che rimane, usate preferibilmente spugnette non abrasive. Esistono anche accessori in materiali tecnici (come certe palette in policarbonato) che sono pensate proprio per infilarsi tra le scanalature delle bistecchiere e sollevare tutto lo sporco manualmente.
  • Specie nel caso della ghisa, si consiglia sempre di evitare il sapone a tutti i costi. Quindi se proprio nessun altro rimedio funziona, usatelo come ultima risorsa. Meglio provare prima con un altro trucco popolare: il sale da cucina. Versatene un po' sulla padella (attenzione che non sia troppo calda da scottarvi) e poi con un po' di carta da cucina piegata, strofinate il sale sulla superficie, insistendo dove ci sono le incrostazioni.
  • Se volete evitare del tutto il sapone o il sale, potete anche provare così: mettete la bistecchiera di ghisa (che non abbia parti di legno, però) dentro al forno a 250° per un'ora (alcuni dicono anche due), così da far carbonizzare tutto il cibo residuo. Lasciate raffreddare del tutto, e poi usando una spazzola di ferro potrete spazzolare via tutto lo sporco. Quando è ben pulita, cospargete di un velo di olio con l'aiuto di un panno di carta e mettetela nel forno caldo o anche sul fornello, per qualche minuto - fino a che non si comincia a sentire un leggero odore di bruciato provocato proprio dall'olio stesso. Lasciate raffreddare e strofinate via l'olio in eccesso. Così avrete ricondizionato anche la ghisa!

Come siete soliti pulire la vostra bistecchiera?

Advertisement
Advertisement