x
Come far splendere i fuochi della cucina…
3 modi facili per piegare le lenzuola e far ordine nell'armadio Una pianta strepitosa a costo zero: puoi farla crescere con una sola patata dolce

Come far splendere i fuochi della cucina con pochi semplici gesti

15 Settembre 2022 • di Assunta Nero
12.836
Advertisement

Far splendere perfettamente bruciatori e piattelli, quando si pulisce la cucina, è sempre un duro lavoro. E a volte non dà neanche i risultati sperati. Le incrostazioni di grasso bruciato si formano frequentemente e sciogliere a fondo lo sporco diventa piuttosto difficile.

Esistono in commercio ottimi prodotti fatti apposta per questa esigenza domestica, ma sono comunque sostanze chimiche, altamente abrasive e da maneggiare con cura. Perché non provare, allora, a sperimentare delle alternative più naturali e alla portata di tutti? Ce ne sono alcune davvero valide i cui risultati potrebbero stupirvi.


immagine: Creativo

Le sostanze più utilizzate per lo scopo descritto e, a quanto pare, più efficaci sono tre: il bicarbonato di sodio, il limone e l'aceto di alcol (diverso da quello alimentare e prezioso alleato delle pulizie ecologiche). Si possono usare in maniere e con procedimenti diversi. Raggiungerete, in tutti i casi, ottimi risultati.

  • Per quanto riguarda il bicarbonato, il modo migliore per usarlo sulle incrostazioni è quello di farci un composto abrasivo che sciolga lo sporco. Vi basterà versarci dell'acqua, poco per volta, finché non arrivate ad ottenere un composto cremoso. A questo punto passate la crema sui componenti che avrete già svitato e messo in una bacinella. Lasciate agire fin quando il composto non sarà seccato. Quindi levate via lo sporco con una spugna non abrasiva, risciacquate e asciugate.
  • Passando all'aceto di alcol, il modo migliore per utilizzarlo sul grasso bruciato è unirlo a dell'acqua calda. Potete bollire mezzo litro d'acqua calda insieme a mezzo litro d'aceto. Dopo aver fatto bollire, spegnete e immergete bruciatori e piattelli. Lasciateli dentro per dieci minuti circa e poi aiutatevi con una spugna non abrasiva per togliere lo sporco. Risciacquate con cura e asciugate.
  • Riguardo al limone, infine, è senza dubbio la sua composizione acida a renderlo l'alleato perfetto contro lo sporco. Potete potenziare la sua efficacia unendolo ad aceto e acqua calda, seguendo il procedimento già descritto per la miscela d'acqua e aceto di alcol. Se invece lo sporco vi sembra davvero tenace, potete sfruttarlo in sinergia con il sale, per un potere abrasivo ulteriormente potenziato. In questo caso, inumidite, preventivamente, i componenti del piano cottura con dell'acqua. Spargete sulla loro superficie del sale e del limone. Lasciateli agire per un po' di minuti (anche dieci o quindici). La loro azione combinata scioglierà le incrostazioni e voi potrete eliminare tutto con un panno, risciacquare e asciugare.

Non vi resta che provare il rimedio più adatto alle vostre esigenze. Buon lavoro!

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie