x
Fare lo shampoo alla moquette: una pulizia…
Liberati delle erbacce dai viali in giardino senza ricorrere ai diserbanti Smalti per le unghie: 8 modi alternativi di utilizzarli che ti stupiranno

Fare lo shampoo alla moquette: una pulizia a fondo da non dimenticare

20 Settembre 2022 • di Angelica Vianello
482
Advertisement

La moquette aiuta a tenere le case più calde e silenziose, ma è anche un grandissimo impegno in termini di pulizia. Le macchie sono difficili da rimuovere rispetto a pavimenti in piastrelle, pietra o legno, e ancora di più c'è il grande problema degli odori sgradevoli.

Anche camminando sempre con ciabatte da usare solo all'interno di casa, il traffico di persone la sporca quotidianamente. Se poi ci sono anche animali domestici sporcizia e cattivi odori creano una situazione terribile. A esasperare tutto potrebbe mettercisi anche una livello di umidità troppo alto in casa. 

Quando arriva il momento di pulire a fondo la moquette, dunque, è bene procedere con i metodi più efficaci, e spesso al riguardo si parla di shampooing, un termine inglese che indica l'idea di "fare lo shampoo" al pavimento.


Di questa pratica si parla anche su TikTok, dove tante persone si cimentano per cercare di neutralizzare gli odori intollerabili catturati dal pelo della moquette. Uno di loro è la creator del canale @cleaningforselfcare, che in un suo video mostra come si occupa della pulizia delle aree più trafficate di casa ricorrendo proprio a questo metodo.

Nel video la TikToker fa vedere come sparge a terra uno smacchiatore enzimatico di quelli pensati proprio per pulire in casa quando si hanno cani. Poi procede a riempire il serbatoio dell'aspirapolvere per la moquette con acqua e un prodotto per pulire tappeti e simili.

Al momento di passare il tutto sul pavimento non ci si rende conto dello sporco che sta estraendo dalle fibre della moquette, ma quello diventa assolutamente visibile quando il serbatoio viene svuotato nel WC. Cliccate qui per vedere il video.

Cosa significa fare lo shampoo alla moquette?

A volte lo si considera un metodo di pulizia a vapore, che però non è generalmente consigliato per tappeti e simili, mentre funziona meglio su superfici dure. La dicitura inglese fa invece riferimento proprio all'impiego di detersivi specifici per tappeti e moquette, da usare dentro agli apparecchi (in inglese, i carpet extractors) che "estraggono" lo sporco dalle fibre. Fate sempre molta attenzione nel leggere le indicazioni dei detersivi per tappeti, assicurandovi che vadano bene per il vostro tipo di moquette.

Una pulizia del genere si consiglia almeno una volta l'anno, ma se avete animali in casa, e in genere ogni volta che sentite odori forti, fatelo anche più spesso, magari 3 o 4 volte all'anno.

Tags: TrucchiUtiliFai da te
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie