Uno snack autunnale semplice e gustoso: scopri come cucinare le castagne bollite - Creativo.media
x
Uno snack autunnale semplice e gustoso:…
Sfrutta la bellezza delle piante per decorare la casa con un irresistibile tocco di verde Non la solita zucca stregata: libera la tua creatività per intagliare zucche di Halloween simpaticissime

Uno snack autunnale semplice e gustoso: scopri come cucinare le castagne bollite

11 Ottobre 2021 • di Angelica Vianello
1.427
Advertisement

Quando arriva l'autunno viene voglia di gustare uno dei suoi frutti più golosi, le castagne. Dolci e gustose, sono ricche di fibre e hanno un sapore e un profumo davvero inconfondibili. Ci sono molti modi di cucinarle, e nei dolci sono strepitose, ma anche cotte nel modo più semplice di tutte mantengono il loro sapore goloso.

Per concedersi uno spuntino caldo che ci conforti quando calano i primi freddi nelle serate d'autunno, possiamo quindi preparare facilmente le castagne bollite, ricorrendo a due metodi leggermente diversi.


immagine: Creativo

Una volta che avrete raccolto o acquistato le vostre castagne fresche, e fatto un'attenta cernita per eliminare quelle ormai rovinate da vermi, versatele in un contenitore da riempire con acqua in modo da tenerle immerse ad ammorbidirsi almeno un'ora, ma anche un po' di più andrà bene.

Quando arriva il momento di scolarle, aiutatevi con uno scolapasta e sistematele su uno strofinaccio asciutto steso un qualche ripiano di casa, in modo da farle asciugare del grosso dell'acqua. Munitevi quindi di un coltellino ben appuntito e incidete solo la buccia, cercando di non tagliare anche la polpa. Serve un taglietto orizzontale su ognuna, ed è più facile praticarlo dalla parte panciuta.

Nel frattempo riempite una pentola d'acqua e fatela bollire. Quando raggiunge il bollore, versateci le castagne e lasciatele a sobbollire per tre quarti d'ora. In questa fase potete anche decidere di aromatizzare l'acqua di cottura per dare un sapore leggermente aromatico alle vostre castagne: potete usare qualche erba come rosmarino, oppure timo o anche origano, e aggiungere un po' di sale. C'è chi poi aggiunge dell'olio di oliva per facilitare poi la rimozione del guscio.

Quando saranno ben cotte (la consistenza desiderata varia a seconda dei gusti, ma in genere devono essere abbastanza morbide e cotte in modo uniforme all'interno), scolatele e fatele raffreddare dentro a uno strofinaccio. Poi privatele della buccia e gustatele come preferite.

Un metodo leggermente diverso prevede di sciacquarle per eliminare eventuali residui di terra e sporcizia, se si vuole si possono incidere, e poi vanno versate direttamente in una padella o tegame dai bordi alti (anche i saltapasta vanno bene), aggiungendo acqua fino a coprirle abbondantemente. Tenete poi altra acqua bollente a portata di mano (è più comodo avendo un bollitore elettrico). Chiudete col coperchio e cuocete per 30-40 minuti, o fino a che la polpa sarà ben morbida.

Controllate di tanto in tanto il livello dell'acqua, rabboccandolo con quella bollente che tenete pronta a lato. Spegnete poi l'acqua senza scolare le castagne per altri 5 o 10 minuti. Scolatele, sbucciatele e potrete gustarle come preferite.

Buon appetito.

Tags: TrucchiCucinaCibo
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie